(Foto PHC Images / Insidefoto)

Secondo trimestre Manchester United – Il Manchester United ha pubblicato i risultati finanziari relativi al secondo trimestre della stagione, fino al 31 dicembre 2018. Il club inglese ha fatto registrare un fatturato pari a 208,9 milioni di sterline, una cifra in crescita di oltre il 17% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Mourinho, esonero d’oro: 19 mln dal Manchester United

La principale spinta a questa crescita risiede nell’accordo firmato con la UEFA sui diritti televisivi. Il massimo organismo calcistico europeo garantirà infatti la spartizione di 1,95 miliardi di euro tra le società partecipanti alla Champions League. Competizione che potrebbe non essere così redditizia per i Red Devils quest’anno, dato che la sconfitta nella gara di andata degli ottavi di finale (0-2 in favore del PSG), rischia di far concludere anzitempo il loro cammino nel torneo.

Tra le cifre da segnalare, quella relativa alla buonuscita corrisposta all’ex tecnico Josè Mourinho. Il portoghese è stato poi sostituito dal norvegese Ole Gunnar Solskjaer: «La nomina di Ole ha avuto un impatto positivo in tutto il club», ha dichiarato Ed Woodward, vicepresidente esecutivo del Manchester United. «Siamo entusiasti del miglioramento delle prestazioni della squadra da dicembre e non vediamo l’ora di un finale importante per la stagione 18/19».



Per quanto riguarda gli utili relativi al secondo trimestre, la società ha dichiarato che sono pari a 37,6 milioni di sterline, in linea rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. I ricavi commerciali, come quelli derivanti dai contratti di sponsorizzazione, sono cresciuti dell'1% circa a 65,9 milioni di sterline, mentre i ricavi dal botteghino sono aumentati di circa il 6% a 39 milioni di sterline. Il Manchester United ha ribadito che i ricavi per l'intero anno si dovrebbero aggirare tra i 615 e i 630 milioni di sterline.

SEGUI IL CALCIO ESTERO SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE