SHARE
juventus stadium record incasso
I giocatori della Juventus festeggiano dopo un gol (Foto Federico Tardito / Insidefoto)

Saliscendi per il titolo della Juventus in Borsa, spinto dalle notizie degli ultimi giorni. Dopo il boom seguito all’arrivo di Cristiano Ronaldo, le azioni bianconere si sono assestate intorno all’euro per azione per qualche settimana: ora però il rally sembra essere ripreso.

In apertura infatti il titolo bianconero è salito di circa il 5% per poi scenderre fino al -3%, dopo essere cresciuto nella giornata di ieri del 9%, il tutto mentre Piazza Affari in apertura peggiora e scende del 2%, in scia ai listini asiatici e in linea con quelli europei.



L'ingresso del titolo della società bianconera nell’indice Ftse-Mib, assieme alla revisione del giudizio sulle azioni bianconere da parte degli analisti di Banca Imi, hanno fatto crescere gli scambi per la Juve in borsa: sono già oltre 20 milioni i volumi scambiati, dopo i 21 milioni della giornata di ieri. La capitalizzazione sfiora l'1,2 miliardi di euro, dopo aver sfiorato nei mesi scorsi addirittura i 2 miliardi.

1 COMMENTO

  1. Il titolo Juventus non ha nulla a che vedere nè con i risultati sportivi, nè con i fondamentali economici, e nemmeno la capitalizzazione di Borsa ha mai espresso il valore del Club, se non casualmente.
    E’ un titolo speculativo con un flottante reale già molto basso e di cui metà sono piccoli investitori che hanno le azioni da anni e anni e le tengono come una reliquia, cioè non movimentano niente.
    Che il titolo non abbia niente a che vedere con i risultati sportivi e con i fondamentali economici o col valore reale del Club non è che lo dico io. Basta vedere che dal 2011-12 fino a primavera del 2017 è rimasto impiantato tra 0,20 cent e 0,40 cent con la Juventus che come risultati sportivi aveva vinto 6 scudetti e 6 Coppe Italia e fatto 2 finali di Champions e come fondamentali economici era cresciuta da 200 milioni di ricavi operativi a oltre 400.
    Come valore in termini di capitalizzazione di Borsa i 0,40 cent esprimevano 400 milioni quando già valeva quasi 3 volte tanto e gli 0,20 cent 200 milioni quando valeva 5 volte tanto.
    E’ un titolo che non ha flottante, non ha possibilità di take-over ed è piccolo di dimensione per cui bastano poche manine per farlo salire o scendere. Il resto è parcheggiato così:
    Exor NV (Private Equity) 63,80%, Lindsell Train Ltd. 11,10%, The Vanguard Group, Inc. 0,93%, Dimensional Fund Advisors LP 0,55%, Norges Bank Investment Management 0,36%,
    BlackRock Fund Advisors 0,29%, Lyxor International Asset Management SAS 0,28%, Wasatch Advisors, Inc. 0,25%, Bank J. Safra Sarasin AG (Investment Management) 0,16%, Fideuram Investimenti SGR SpA 0,11%. Cioè in totale il 77,83%

LASCIA UNA RISPOSTA: