dove vedere Lazio-Spal Tv streaming
Ciro Immobile e Marco Parolo (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Il “Lunch Match” dell’11esima giornata vede impegnate Lazio e Spal all’Olimpico in una gara fondamentale per entrambe le squadre. I biancocelesti sono chiamati a una prova di carattere dopo la sconfitta di una settimana fa contro l’Inter e per respingere gli attacchi del Milan, che ora ha raggiunto la squadra di Inzaghi al quarto posto. L’undici di Semplici, dal canto suo, sembra avere perso la brillantezza di inizio stagione ed è stato pesantemente criticato per l’ultimo ko contro il Frosinone.

Dove vedere Lazio-Frosinone Tv streaming – Come seguire la gara in Tv

Lazio-Spal è in programma domani alle ore 12.30. La sfida sarà visibile in esclusiva su DAZN, la piattaforma in streaming del Gruppo Perform che trasmette tre gare di Serie A a giornata, oltre all’intero campionato di Serie B, Ligue 1 francese, Liga spagnola e League Cup inglese.

Usufruire del servizio è davvero semplicissimo: è infatti necessario essere semplicemente in possesso di una connessione Internet per gustare i contenuti dove e quando si vuole. La TV online offre inoltre un mese di visione gratuita che può essere attivato semplicemente registrando il proprio profilo nella sezione dedicata all’interno del sito ufficiale. Un’opportunità da cogliere al volo per chi desidera farsi meglio un’idea dell’offerta.

Superato questo periodo, si pagheranno 9,99 euro al mese, indipendentemente al numero di eventi visionati. All’utente è comunque concessa la facoltà di disdire in ogni momento senza alcun costo aggiuntivo.



Dove vedere Lazio-Spal Tv streaming - Inzaghi crede nella Champions

In questo inizio di stagione la Lazio ha alternato prestazioni convincenti ad altre in cui è apparsa decisamente sotto tono e non è praticamente riusicta quasi mai a impensierire gli avversari. Per piazzarsi in una delle prime quattro posizioni è però indispensabile riuscire a trovare la giusta continuità e non perdere troppi punti per strada.

dove vedere Lazio-Apollon
Simone Inzaghi, tecnico della Lazio (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Nonostante tutto, Simone Inzaghi crede fermamente nelle potenzialità dei suoi e crede che sia davvero possibile tornare a disputare la massima competizione europea nella prossima annata: "Dopo un quinto posto, un quarto posto e una vittoria in Supercoppa non dobbiamo fermarci - ha detto il tecnico in conferenza stampa -. Credo fortemente alla Champions e credo fortemente nei miei ragazzi. A volte anche lo scorso anno siamo stati sfortunati per altri fattori. Ci vuole equilibrio in questa piazza. Non va bene che l’ambiente venga destabilizzato sempre. Penso che siamo una squadra quarta in classifica, seconda in Europa League in un girone difficilissimo. Bisogna avere equilibrio. Stiamo percorrendo il nostro percorso nel migliore dei modi. Abbiamo perso gli scontri diretti e siamo arrabbiati. Non si tratta di non crederci, siamo stati penalizzati da alcuni episodi e ora dobbiamo continuare a migliorare”.

C'è una statistica relativa al rendimento dei biancocelesti che può fare riflettere: prestazioni positive con le medio-piccole e gare inconcludenti con le grandi. L'allenatore della squadra capitolina non sembra però dargli troppo peso: "Sono statistiche. Domani andremo a incontrare una squadra con cui lo scorso anno abbiamo pareggiato in casa. Hanno vinto con la Roma e dobbiamo stare attenti a non fallire la gara di domani - ha detto ancora Inzaghi -. Sappiamo che ci sono tante squadre forti. A Roma si è eccessivi, si perde una gara dopo tre vittorie e si viene criticati. Ognuno poi può accettare poi le critiche che arrivano in modo costruttivo”.

Dove vedere Lazio-Spal Tv streaming - Semplici difende i suoi

Leonardo Semplici, allenatore della Spal (
Foto Cesare Purini / Insidefoto)

Nelle ultime settimane il rendimento della Spal ha provocato qualche critica di troppo, complice anche la sconfitta recentemente ontro il Frosinone, ma Leonardo Semplici invita a giudicare con maggiore serenità quanto fatto finora dai suoi giocatori: "Prima di tutto voglio precisare che l’unico da criticare dopo le sconfitte sono solo ed esclusivamente io, la colpa è solo mia - ha detto davanti ai giornalisti -. I ragazzi vanno lasciati sereni perché è giusto che sia così. Qua troppo spesso ci si dimentica il percorso che abbiamo fatto insieme ad una società e a dei dirigenti seri che vogliono investire. Sicuramente bisognerà fare come lo scorso anno: rimanere uniti per centrare il nostro obiettivo, che resta la salvezza".

Preservare la tranquillità dell'ambiente è fondamentale per far sì che il gruppo resti unito: "Capita di sbagliare la formazione, capita di sbagliare un gol, capita l’errore del portiere, ma da parte mia non ci sono valutazioni particolari se non durante gli allenamenti giornalieri. Se c’è da pensare ad una persona da attaccare è giusto attaccare l’allenatore, i giocatori vanno lasciati in pace perché sono loro che vanno in campo e sotto l’aspetto caratteriale, del gruppo e dell’alchimia che si è creata tra i ragazzi e la tifoseria la SPAL è un esempio. Per quanto mi riguarda io sono serenissimo, convinto che abbiamo le qualità per fare punti insieme e salvarci. Per arrivare a questi livelli, ora che c’è una società seria, le forze vanno convogliate tutte in positivo e non in negativo” -- ha concluso.

 

SEGUI LA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here