Luis Rubiales, presidente della RFEF (Federazione calcistica spagnola) spera che nel meeting di venerdì in Rwanda la FIFA possa intervenire per provare a bloccare il controverso piano della Liga, la cui gara Girona-Barcellona dovrebbe sdisputarsi negli Stati Uniti d’America.

Rakuten, lo sport come veicolo di diffusione del brand: e gli utili crescono

In agenda è presente una discussione sulla questione, in merito alla quale Rubiales (contrario) e il presidente della Liga Javier Tebas (favorevole) occupano posizioni diametralmente opposte. In particolare, come riporta “Inside World Football”, Rubiales critica la mancata consultazione di tutti gli attori parte dell’evento organizzato.

«Tutto è iniziato male – ha spiegato –. In primo luogo, dovremmo parlare con le istituzioni che hanno la capacità di decidere, sia a livello internazionale che nazionale. Gianni Infantino è stato molto chiaro. La discussione è in programma per venerdì. All’interno del suo statuto, la FIFA ha la capacità di intervenire».

Rubales ha respinto l’argomentazione secondo cui esiste già un precedente in materia: la disputa della Supercoppa spagnola a Tangeri. «Ci sono molte differenze. La Supercoppa non è stata danneggiata in termini di “fair play” poiché la finale si è giocata in campo neutro. In una competizione nazionale, privi una squadra del vantaggio di giocare in casa». Questo a prescindere dal fatto che il Girona possa essere d’accordo o meno con la possibilità di giocare il match a Miami: «Noi, in quanto garanti della concorrenza, abbiamo l’obbligo di essere al di sopra delle decisioni del club», ha concluso Rubiales. «Ci sono altri 18 club che devono giocare a Girona e sono ugualmente coinvolti. Le regole devono essere le stesse per tutti. Il denaro non giustifica tutto».

SEGUI LE PARTITE DELLA LIGA SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here