Francesco Ferrari e Alex Ballato di Hellodì
Francesco Ferrari e Alex Ballato di Hellodì

Aser, holding internazionale attiva nello sport e nei media, promossa da Andrea Radrizzani, che controlla il club di calcio inglese Leeds United e la piattaforma distributiva Eleven Sports, ha deciso di investire ulteriormente nel digitale, entrando nel capitale del digital network Hellodì, società nata a Milano nel 2016 su iniziativa di Alex Ballato e Francesco Ferrari per creare e realizzare strategie di engagement in grado di coinvolgere community online attraverso il web e i social network.

Nel network di Hellodì ci sono, ad esempio, HelloSport, che gestisce community come Calciatori Brutti, Gli Autogol, Gianluca Di Marzio, Chiamarsi bomber; poi HelloService, divisione dedicata a produrre contenuti e a gestire attività social di brand e aziende; HelloFace, che gestisce influencer italiani in settori non sportivi; Louder, media verticale dedicato alla musica che vive esclusivamente sui canali social.

L’ingresso di Aser permetterà a Hellodì di consolidare le attuali linee di business, strutturare ed espandere l’organico, che oggi è formato da 25 persone, gestire in modo più efficace gli influencer e ingrandire il network di community e calciatori gestiti.

«A soli due anni dalla nascita di Hellodì, siamo pienamente soddisfatti dei risultati ottenuti e del percorso seguito. Gli obiettivi erano ambiziosi ma ciò che abbiamo realizzato, dal lancio di aree di business diversificate all’apertura di un vero e proprio laboratorio digitale per i professionisti del settore a Milano, ha superato anche le nostre aspettative. L’interesse dimostrato da Aser nella nostra realtà e la volontà di investire sul nostro progetto ci permette di migliorare l’organizzazione e impegnare nuove risorse verso altri progetti, come la formazione nella cultura del digitale e i suoi nuovi linguaggi, che con la partecipazione di Aser acquisiranno un respiro internazionale», dicono Alex Ballato e Francesco Ferrari, fondatori di Hellodì.

Aser non è nuova ad investimenti del genere. Come ricorda il quotidiano ItaliaOggi la holding di Radrizzani ha investito pure nel network digitale Whistle Sports, società americana che cura influencer mondiali come i DudePerfect o gli F2Freestylers.

Eleven punta sugli eSports

Per quanto riguarda invece Eleven Sport, oltre a trasmettere eventi sportivi tramite piattaforme Ott e in streaming, con oltre 17 milioni di clienti nel mondo sparsi in Italia, dove veicola in esclusiva tutte le partite della serie C di calcio e del volley maschile, e poi Belgio, Lussemburgo, Polonia, Singapore, Taiwan, Stati Uniti, Uk, Irlanda e Portogallo, la società di Radrizzani ha deciso di puntare sugli eSports.

Sui vari mercati Eleven Sports già distribuisce canali dedicati agli eSports, dando spazio, ad esempio, ai tornei del G-Finity, next generation eSports, che prevede la diretta delle sfide di Street fighter, CS:GO e Rocket League, e la Drone Champions League, la massima competizione europea legata alle sfide tra droni.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here