date recuperi prima giornata Serie A
Una coreografia dei tifosi della Sampdoria durante un derby (Foto: Insidefoto)

Bilancio Sampdoria 2017 – La Sampdoria ha chiuso l’esercizio 2017 ancora in utile. Il bilancio al 31 dicembre 2017 del club doriano si è chiuso infatti con un risultato di esercizio positivo per 9,3 milioni di euro, dopo l’utile di 3,3 milioni nel 2016.

Nel dettaglio, il primo semestre dell’esercizio 2017 (secondo semestre della stagione sportiva 2016/2017) ha generato una perdita di 8,2 milioni, mentre il secondo semestre dell’esercizio 2017 ha generato un utile di 17,5 milioni. La stagione 2016/2017 ha nel complesso generato un risultato economico positivo di Euro 8,5 milioni, grazie al risultato del primo semestre della stagione 2016/2017 pari ad Euro 16,7 milioni.

Bilancio Sampdoria 2017, i ricavi

Un andamento su cui hanno influenza soprattutto i ricavi da diritti tv e dal mercato. Il fatturato della Sampdoria è salito nell’esercizio 2017 a 114 milioni di euro, in crescita dell’8% circa rispetto ai 105,2 milioni del 2016.

Bilancio Sampdoria 2017

In particolare, sono cresciuti i ricavi da diritti tv (41,9 milioni, +21%) e i bonus dalla cessione dei calciatori (12,6 milioni, +14%), mentre le altre voci sono rimaste sostanzialmente costanti rispetto al 2016.

Le cessioni hanno garantito plusvalenze per 38,1 milioni di euro, in linea con quelle del precedente esercizio (38,8 milioni).

Bilancio Sampdoria 2017

Bilancio Sampdoria 2017, il mercato

La plusvalenza maggiore è derivagta dalla cessione di Muriel al Siviglia per 20,4 milioni di euro (17,2 milioni di plusvalenzea), mentre la cessione di Skriniar all’Inter per 20 milioni ha garantinto 15,4 milioni di plusvalenza: nell’affare relativo al difensore nerazzurro, dovrebbero essere anche scattati bonus per circa 7 milioni di euro, dato che tra i crediti la Sampdoria registra 26,9 milioni di euro complessivi nei confronti dell’Inter per Skriniar.

Bilancio Sampdoria 2017

Il mercato ha infatti portato bonus riconosciuti a vario titolo da vari club cessionari di alcuni diritti pluriennali alle prestazioni calciatori per 12,9 milioni nell’esercizio 2017, contro circa 11,6 milioni nell’esercizio precedente.

Tra gli acquisti, nel corso dell’esercizio 2017, la Società ha effettuato investimenti per oltre 50 milioni di euro nell’acquisizione di giocatori: il calciatore più caro è stato Gianluca Caprari, acquistato per 15 milioni di euro dall’Inter.

Bilancio Sampdoria 2017

Tra gli altri calciatori, dopo il 31 dicembre 2017 è scattato l’obbligo di riscatto del calciatore Zapata Duvan dalla società Napoli “con l’incremento dei diritti pluriennali calciatori per circa 18,5 milioni di Euro ammortizzabili per la durata di 5 stagioni sportive a partire da quella attualmente in corso”, spiega la società.

Bilancio Sampdoria 2017, i costi

Tornando al conto economico, i costi sono saliti a 102,8 milioni di euro, in crescita del 4% rispetto ai 98,7 milioni del 2016. Bilancio Sampdoria 2017

L’incremento del costo per il personale rispetto al precedente esercizio è principalmente spiegato dalla maturazione di maggiori premi individuali contrattualizzati con i tesserati, collegato al positivo andamento della squadra. La retribuzione legata al personale tesserato è stata stabile, passando da 37,7 a 37,5 milioni di euro: i premi variabili sono invece cresciuti da 3,1 a 5,1 milioni di euro.

Le dinamiche di calcio mercato precedentemente descritte hanno inciso sugli ammortamenti dei diritti pluriennali (incremento di circa Euro 2 milioni) a seguito dei significativi investimenti effettuati nel corso delle campagne trasferimenti. E allo stesso modo il mercato ha inciso anche per i costi per servizi, con i compensi per agenti e intermediari saliti da 5,5 a 7,5 milioni di euro.

Bilancio Sampdoria 2017, il risultati

Bilancio Sampdoria 2017

L’Ebitda è risultato essere positivo per 36 milioni di euro (+8% rispetto al 2016), mentre l’Ebit è in utile per 11,1 milioni (+72%). Per il secondo anno consecutivo, così, la Sampdoria chiude il bilancio in utile: dal -24 del 2014, la società doriana è passata prima a -1,3 nel 2015, poi +3,2 nel 2016 e infine a +9,2 milioni nell’esercizio 2017.

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here