Cairo spostamento data derby Juventus-Torino
Il presidente di RCS MediaGroup e del Torino, Urbano Cairo (Insidefoto.com)

Conti Gruppo Cairo – Incidono positivamente i conti di RCS – la casa editrice del Corriere – su quelli di Cairo Communication. I ricavi del gruppo passano infatti dai 631,7 milioni del 2016 a 1.212,3 milioni. Stessa dinamica anche sul fronte degli utili, che dai 21,5 milioni si piazzano a 52 milioni. A riportarlo è “La Stampa”, che spiega come per quanto concerne l’anno nella sua interezza il settore dei periodici è quello che accusa il calo più marcato nei ricavi, che scendono da 97,4 a 90,1 milioni, ma chiude con un utile da 7,7 milioni.

Conti Gruppo Cairo, per La7 persi 325 milioni di euro in 5 anni

C’è poi l’editoria televisiva, La7 insomma, che si restringe ulteriormente quanto a fatturato, passando da 103 milioni del 2016 a 99,1 milioni. E l’utile ancora non c’ è, anche se nel 2017 la perdita della tv di Urbano Cairo si riduce a 0,8 milioni di euro, cifra da aggiungere ai 325 milioni persi nei precedenti cinque anni, come hanno calcolato gli analisti di Mediobanca.

Diritti tv, Cairo: “La lettera di Mediapro non ci preoccupa ma vanno capite le intenzioni”

Oggi i numeri raccontano più o meno lo stallo di una rete che, quanto a share, nelle 24 ore della stagione 2017-2018 perde uno 0,1% al 3,2% e guadagna un analogo 0,1% al 4,2% in prima serata. «Per La7 crescere è molto difficile – osserva Marco Gambaro, professore di economia dei media all’ Università Statale di Milano -. Fare un punto di share nella tv generalista costa grossomodo 45 milioni di euro l’anno, ma il problema che per lo stesso punto raccoglie meno, quanto a fatturato. Quindi se cresce perde dei soldi».

Conti Gruppo Cairo, si è passati da una tv generalista ad una tematizzazione 

«La struttura del mercato è profondamente cambiata, dalla diffusione del modello generalista, si va sempre più verso una tematizzazione e una ricerca di pubblici specifici», spiega Augusto Preta, direttore generale di It Media Consulting. Così, accanto a Rai1 e Canale5, saldamente ancorate alla vocazione generalista, «La7 si è molto caratterizzata per una programmazione più legata all’ attualità e all’ informazione piuttosto che all’ intrattenimento o altre tematiche di una tv commerciale». Questa concentrazione, porta a restringere le potenzialità di sviluppo.

Cairo Communication taglio cedola Rcs La7

Dall’ altro lato la frammentazione può anche aiutare La7, che avrebbe registrato ben più difficoltà nell’ epoca in cui il concorrente medio faceva il 10% anziché il 5% attuale e aveva ben più denaro da spendere per i programmi. «Adesso con network minori come competitor la partita è più aperta», ricorda Gambaro. Secondo cui il punto di debolezza della tv targata Cairo «è l’essere piccola», che le dà al contempo però anche «la possibilità di fare scelte più mobili». Il titolo in Borsa fa +3,88% a 3,48 euro. «Recupera il terreno perso», dice un analista, visto che la performance dell’ultimo anno è -24%. Ora il fatto che Cairo abbia raddoppiato il dividendo, da 0,05 a 0,10 euro per azione, aiuta.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here