Manchester City-Basilea Tv streaming
Pep Guardiola, allenatore del Manchester City (Foto: Insidefoto.com)

Sono ormai trascorsi quasi due anni dall’approdo di Pep Guardiola sulla panchina del Manchester City, che sta dominando la Premier League in questa stagione, ma l’allenatore spagnolo si sente ormai come se fosse a casa sua. Proprio per questo ha deciso di investire in una nuova attvità: un ristorante specializzato in cucina catalana.

Come riporta la testata spagnola lajugadafinanciera.com, in questa nuova avventura il tecnico non è solo, ma ha deciso di unire le forze con due dirigenti del club inglese, Txiki Beguiristain e Ferran Soriano. Per il ristorante è stato scelto il nome di “Tast”, che sarà allestito a King Street.

Guardiola e i soci potranno inoltre avvalersi dell’esperienza di alcuni esperti del settore quali lo chef catalano Paco Pérez, che vanta ben 5 stelle Michelin (svolge la sua attività ristorante Miramar, a Llançà e presso l’Hotel Arts di Barcellona, ​​il ristorante Cinco, a Berlino), oltre al gruppo che opera nel ristorante Fazenda. Se non ci saranno intoppi il locale potrà essere inaugurato entro la prossima estate.

In base a quanto trapela dalla stampa britannica, il “Tast” avrà una capienza di 120 posti distribuiti nell’arco di tre piani. Al piano terra saranno posizionati una sala da pranzo e la zona bar, un’altra sala da pranzo sarà invece allestita al primo piano, mentre ne troveremo una riservata al terzo piano dove sarà servito un menu degustazione.

“Siamo lieti di portare la cucina catalana a Manchester. E far parte della squadra incredibile dietro a Tast ” – ha sottolineato lo chef.

Siamo entusiasti di lavorare con questi talenti creativi – ha sottolineato il direttore di Fazenda, Tomas Maunier -. La Catalogna ha un’identità e una cultura distintive rispetto a quella spagnola. Puntiamo quindi a presentare alle persone i loro meravigliosi sapori ed essenze . La reputazione di Paco è immensa e serviremo alcuni dei piatti preferiti sia da lui sia da Pep. La cucina sarà tradizionale ma con un tocco di modernità”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here