Il logo della Serie A (Insidefoto.com)
Il logo della Serie A (Insidefoto.com)

Compensi CdA Serie A 2016 2017 – Il Napoli torna al top nella classifica dei compensi versati al proprio consiglio di amministrazione. L’importante utile nell’esercizio al 30 giugno 2017 ha infatti permesso alla società partenopea di alzare nuovamente i compensi per gli amministratori, piazzandosi in testa tra i club di Serie A: al contrario, la Lazio è l’unica tra i club i cui amministratori non ricevono compensi.

Il CdA del Napoli, di cui fanno parte Aurelio De Laurentiis (che è anche amministratore delegato), i figli Edoardo (vicepresidente), Luigi e Valentina, sua moglie Jacqueline (vicepresidente) e Andrea Chiavelli ha infatti ricevuto al 30 giugno 2017 circa 4,47 milioni di euro: cifra in netto rialzo rispetto agli 1.025.300 euro del 2016, per quello che è una sorta di dividendo.

Compensi CdA Serie A 2016 2017

La società partenopa è quella che ha aumentato, tra le big, maggiormente i compensi ai propri amministratori, passando come detto da poco più di un milione nell’esercizio al 30 giugno 2016 ai 4,47 del 2016/17. Compensi stabili per la Juventus, mentre in calo per Milan, Roma e Inter, con i rossoneri che hanno avuto un calo dovuto principalmente al cambio di proprietà.

Compensi CdA Serie A 2016 2017

Compensi CdA Serie A 2016 2017, la Juventus

Alle spalle del Napoli troviamo la Juventus, i cui dati vengono influenzati dalla presenza nel CdA di alcuni dirigenti come Giuseppe Marotta. Che si è confermato come uno dei dirigenti più pagati della Serie A, con compensi per circa 2,6 milioni: nel 2016/17 ha ricevuto 1,5 milioni di euro quale compenso fisso, 500 mila euro quale compenso variabile legato al raggiungimento di obiettivi assegnati ad inizio esercizio, altri 100 mila euro quale premio per la vittoria del Campionato di Serie A 2016-2017. Tali compensi, si legge nel documento depositato dalla Juventus in vista dell’assemblea, si cumulano con la retribuzione in qualità di dirigente pari a € 502.784, con l’assegnazione di un’autovettura aziendale e di una vettura di servizio con autista.

bilancio juventus 2017 fondamentale vincere champions league
Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, e l’ad Beppe Marotta (Insidefoto.com)

Tra gli altri, il presidente Andrea Agnelli, ha invece ricevuto emolumenti per la carica pari a 493 mila euro lordi (cifra che comprende anche benefit non monetari), mentre l’altro amministratore delegato, responsabile dell’area finanza, Aldo Mazzia, con 476 mila euro, frutto di una remunerazione fissa e in parte legata al raggiungimento degli obiettivi, e il vicepresidente Pavel Nedved con 429 mila euro (compresi anche i benefit non monetari).

Compensi CdA Serie A 2016 2017, il Milan

Dati i calo per quello che è stato l’ultimo periodo della proprietà di Silvio Berlusconi. Il nuovo CdA in seguito all’acquisto delle quote di maggioranza da parte dell’imprenditore cinese Yonghong Li si è insediato solo il 14 aprile scorso: un Consiglio d’amministrazione che, inoltre, non riceverà alcun compenso, quindi il dato per quanto riguarda la società rossonera è destinato ad essere pari a zero nelle prossime stagioni.

Milan, ecco il nuovo CdA: Yonghong Li presidente, presenti Fassone e Scaroni

Restando all’ultimo CdA dell’era Berlusconi, nel primo semestre della stagione 2016/17 gli amministratori hanno ricevuto 1,516 milioni di euro, mentre nei restanti mesi hanno ricevuto 955mila euro, stando alle cifre contenute nel bilancio di soli sei mesi al 30 giugni 2017. Cifra in diminuzione rispetto al 2015/16 (stimato) per i motivi di cui sopra.

Compensi CdA Serie A 2016 2017, la Roma

Compensi per il CdA in calo anche per la Roma: dopo l’addio del Ceo Italo Zanzi, nella stagione 2016/17 tra i membri del consiglio d’amministrazione solo il nuovo amministratore delegato Umberto Gandini e il direttore generale Mauro Baldissoni hanno ricevuto più dei 25mila euro spettanti in quanto compenso per il CdA.

fatturato squadre italiane classifica europea deloitte money league
Umerto Gandini e Mauro Baldissoni, ad e dg della Roma (Foto Insidefoto.com)

L’ad ha infatti ricevuto compensi per 663mila euro, mentre il dg 752mila euro come compenso fisso e 250mila euro come bonus e incentivi. Nessun compenso, invece, per James Pallotta.

Compensi CdA Serie A 2016 2017, l’Inter

Come per la Roma, anche per l’Inter il cambio di amministratore delegato ha influito sui conti: nel novembre 2016 si sono separate infatti le strade tra la società nerazzurra e l’ex Manchester United Michael Bolingbroke, il cui ruolo come ad era stato inizialmente preso ad interime da Jun Liu, vice presidente di Suning Sports Group.

L’Inter riorganizza la governance: da Ausilio ad Antonello, tutti i nuovi poteri dei dirigenti

Un ruolo che è rimasto ad interim fino allo scorso luglio, quando è stato ufficialmente nominato come nuovo amministratore delegato Alessandro Antonello, già CFO e poi COO del club nerazzurro. Il tutto mentre continua a crescere il peso di Steven Zhang, figlio del patron Jindong Zhang e membro del Consiglio d’Amministrazione con ampi poteri di firma. 

 

3 COMMENTI

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here