(foto US Arezzo)

Un’istanza di fallimento per l’Arezzo calcio è stata presentata da uno studio commerciale aretino, cessionario del credito derivante dal decreto ingiuntivo passato in giudicato di un’agenzia investigativa nei confronti della società. Della presentazione dell’istanza sono stati informati il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, la Lega Pro, l’Associazione italiana calciatori, la società rappresentata al momento dal consorzio romano ‘Neos solution’ e l’azionariato popolare Orgoglio Amaranto in qualità di socio di minoranza.

La decisione del tribunale fallimentare dovrebbe arrivare entro trenta giorni. Intanto da lunedì previsto il via della procedura per verificare la possibilità di arrivare all’esercizio provvisorio della società.

(foto US Arezzo)

Per la prossima settimana sono attese anche le dimissioni del revisore unico dell’Unione sportiva Arezzo Rodolfo Patrignani, il quale chiederà di essere sostituito per la scadenza del suo mandato e relazionerà sullo stato d’insolvenza della società, che non ha tra l’altro provveduto alla ricapitalizzazione né ha pagato le ultime mensilità ai dipendenti, calciatori compresi.

Ieri il sindaco Ghinelli aveva incontrato il presidente del tribunale di Arezzo Clelia Galantino proprio per verificare come muoversi in tal senso mentre stamattima è stato fatto il punto con il prefetto Clara Vaccaro. La partita di serie C con il Livorno di domenica è stata rinviata a data da destinarsi su decisione della Lega Calcio. I calciatori restano in stato di agitazione

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here