La Liga (Insidefoto.com)
La Liga (Insidefoto.com)

Il concetto di produttività marginale esposto nel contesto della Premier League con il Burnley ha chiarito quella che potrebbe essere una diretta conseguenza della stagione che la squadra di Sean Dyche sta disputando.

Spagna ed Inghilterra, infatti, hanno molte analogie in questa stagione: l’allenatore della squadra in testa alla classifica inglese è stato, è e sarà un’icona della squadra prima in Spagna; ed entrambe queste squadre, se non aritmeticamente, hanno un vantaggio in termini di punti sulla seconda idoneo a far pensare che il campionato abbia ancora ben poco da dire su chi sarà il vincitore della stagione 2017/18 nelle rispettive competizioni.

Nell’analisi che segue si cercherà di mettere a fuoco un’ulteriore analogie rispetto a quelle già citate, prendendo in esame un caso al quanto anomalo che si sta verificando in terra iberica; le risposte che si andranno a cercare serviranno per rispondere ad una correlazione inversamente proporzionale tra differenza reti e punti su un campione di tre squadre: Eibar, Girona e Getafe.

L’analisi sulla produttività marginale troverà i propri fondamenti in tre indici:

  • il rapporto gol decisivi/gol totali, che sarà pari a 1 quando ogni gol sarà un gol decisivo, quindi in una situazione di massima efficienza offensiva, e pari a 0 quando non ci saranno reti decisive, situazione di totale inefficienza;
  • il rapporto punti/gol decisivi, cioè quanti punti porta un gol decisivo, e sarà pari a 3 quando ogni gol decisivo si tradurrà in una vittoria, e pari a 0 quando nessun gol decisivo sarà segnato, e quindi non ci saranno punti;
  • il rapporto punti/gol totali, il quale è una diretta conseguenza dei precedenti due rapporti in quanto, ipotizzando un contesto di perfetta efficienza offensiva, se ogni gol totale è un gol decisivo ed ogni gol decisivo equivale ad una vittoria, allora anche ogni segnato porterà ad una vittoria, e quindi sarà pari a 3.
La classifica della Liga dopo 22 giornate
La classifica della Liga dopo 22 giornate

In un contesto del tutto preliminare, i numeri della stagione corrente affermano che l’Eibar, dopo 22 giornate, si trova al settimo posto con 32 punti e una differenza reti negativa di 3 gol, il Girona ha conquistato 31 punti i quali valgono il nono posto in classifica per una differenza positiva pari a 2 e il Getafe in undicesima posizione con 29 punti e +5 nella voce differenza reti.

Ivan Alejo dell'Eibar e Faycal Fajr del Getafe durante lo scontro diretto del dicembre 2017 (Insidefoto.com
Ivan Alejo dell’Eibar e Faycal Fajr del Getafe durante lo scontro diretto del dicembre 2017 (Insidefoto.com)

L’Eibar è la squadra che può considerarsi più efficiente delle tre prese in considerazione, se non del tutto il campionato, in quanto i gol realizzati dagli atleti che vestono la propria maglia hanno un peso specifico superiore alle altre prese in esame, spiegando perciò quella differenza reti negativa.

Più nel dettaglio, la squadra di José Luis Mendilibar ha realizzato 31 gol, subendone 34, di cui 14 primi gol, 8 secondi, 4 terzi, 3 quarti e 2 quinti.

Partendo dalla fine, ogni partita che ha visto la squadra segnare più di due gol, le realizzazioni in questione non hanno portato a nessun punto: i gol decisivi per l’Eibar sono il primo ed il secondo gol.

Rispettivamente, sui 14 primi gol segnati, 5 sono decisivi, il che porta ad un rapporto pari a 0.36. Non necessariamente elevato, considerando che tale quoziente oscilla in un intervallo tra 0 e 1 e che i punti derivanti sono 2.20 per rete.

Quello che invece fa la differenza è il secondo gol, il quale sfiora la massima situazione di efficienza offensiva. Il rapporto tra gol decisivi e gol totali è pari a 0.88, il che sta a significare che quasi ogni gol realizzato è un gol decisivo, ed i punti derivanti ad ogni gol decisivo sono 2.71, tradotto afferma che ogni gol decisivo porta qualcosa che è di poco al di sotto dei tre punti, e cioè ad una vittoria.

Cosa che non succede per la squadra sulla scia dell’Eibar, il Girona, il quale vede un apporto di punti fino al terzo gol, con un solo quarto gol segnato che non porta nessun punto addizionale, come del resto il quinto. Nella stagione in corso, la squadra situata a nord di Barcellona ha segnato 17 primi gol, 7 dei quali hanno portato un totale di 17 punti: ogni gol ha portato un punto, il rapporto tra gol decisivi e gol totali è migliore rispetto a quello dell’Eibar, 0.41, come anche i punti derivanti da ogni gol decisivo, 2.43.

I giocatori del Girona festeggiano il gol dell'1-1 contro l'Atletico Madrid (Insidefoto.com)
I giocatori del Girona festeggiano il gol dell’1-1 contro l’Atletico Madrid (Insidefoto.com)

Quello che spiega quel punto di differenza in classifica che il maggior peso specifico che l’Eibar riesce a dare al secondo gol rispetto al Girona: quest’ultima segna più secondi gol, 9, contro gli 8 dell’Eibar, i quali si convertono in 11 punti, 8 in meno rispetto alla squadra di Mendilibar.

Riassumendo, il rapporto tra secondi gol decisivi e totali è pari a 0.56, ed il quoziente punti/gol decisivi si stabilizza a 2.20. ln terzo gol porta un punto addizionale in classifica per due gol segnati in totale ed uno decisivo.

Venendo alla squadra meno efficiente delle tre prese in esame, il Getafe si è spinta oltre il quarto gol, però è solo con i primi ed i secondi che ha conquistato i 29 punti che la arenano all’undicesimo posto in classifica.

Complessivamente, il Getafe è stato più efficiente del Girona per quanto riguarda il primo, ma meno rispetto al Getafe: ha segnato 15 primi gol, 7 sono quelli che hanno portato punti e che fissano un punto per gol, un rapporto tra gol decisivi e gol totali a 0.47 ed un rapporto punti/gol decisivi a 2.14. Per quello che concerne il secondo gol, il rapporto tra le reti che hanno portato punti ed il totale delle seconde reti è maggiore rispetto a quello del Girona, significando che il Getafe è stato più efficiente, facendo però registrare un rapporto punti/gol decisivi uguale, 2.20.

Questo differenziale in punti sta ad indicare un minor peso specifico per rete nella situazione del Getafe, pur avendo uno scarto reti positivo e superiore alle altre due squadre considerate, in confronto all’Eibar in quanto, grazie ad un ottima efficienza nella seconda rete, riuscendo a tenere una differenza gol negativa, è in lotta per un posto in Europa.

1 COMMENTO