Mediaset Sport autunno 2018
(Foto: Insidefoto)

Mediaset Premium non va oltre i 200 milioni di euro a stagione già offerti per i diritti tv della Serie A. Secondo quanto riporta Radiocor, la tv del biscione avrebbe confermato la propria offerta anche dopo le trattative private con Lega Serie A e Infront.

Mediaset aveva offerto infatti 200 milioni per il pacchetto per le partite sul digitale terrestre di otto squadre, tra cui sei big (ovverosia Juventus, Milan, Inter, Napoli, Lazio e Fiorentina). Offerta confermata, quindi, anche in seguito alle trattative private, con una proposta rimasta identica a quella già inserita nelle buste consegnate in Lega Serie A lo scorso lunedì.

premium mediaset Telefónica
Mediaset Premium (Insidefoto)

Mediaset ha così confermato la propria strategia, ovvero quella di  valutare investimenti sul “prodotto calcio” solo di tipo opportunistico, cioè subordinando eventuali impegni alla sostenibilità economica della pay-tv: a questo proposito il cda di lunedì scorso, che aveva esaminato l’asta della Serie A, aveva ribadito le linee guida del piano 2020 che punta alla sostenibilità di Premium senza l’offerta di partite di calcio.

Dall’estate 2018 Mediaset non trasmetterà più neppure la Champions League, principale competizione europea per club, le cui partite andranno invece su Sky e, per quanto riguarda i match in chiaro, sui canali Rai.

Il presidente di Mediaset Premium, Adriano Galliani (Insidefoto.com)
Il presidente di Mediaset Premium, Adriano Galliani (Insidefoto.com)

Oltre a Mediaset, l’altra offerta provenuta in Lega Calcio dopo le trattative private è quella di Sky per i pacchetti D1-D2 con le partite in esclusiva delle altre 12 squadre (inclusa la Roma, complessivamente il 25% degli ascolti): l’emittente satellitare lunedì ha presentato un’offerta di circa 90 milioni di euro per D1-D2, ben al di sotto dei 310 milioni di quotazione complessiva, e non è ancora noto quanto abbia offerto quest’oggi.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here