20 allenatori più pagati al mondo 2017 marcello lippi fair play finanziario
Marcello Lippi, commissario tecnico della Cina (foto Insidefoto.com)

«Cosa spero per la Federazione? Che finalmente ci siano persone che conoscono il calcio, che amano e vivono il calcio e di conseguenza lo trasmettano agli altri. In questo momento non ci sono». E’ questo il pensiero dell’ex ct azzurro Marcello Lippi, che ha parlato in un’intervista diffusa dal Tg1.

Gravina e Sibilia in pole per la presidenza Figc: decisivo il voto dei calciatori

«Non voglio tirare la volata di nessuno – ha proseguito l’allenatore -, di sicuro servono persone che conoscono il calcio». L’attuale commissario tecnico della Cina non vede con preoccupazione il futuro dell’Italia calcistica: «Non è brutto, ci sono giovani calciatori di livello che garantiranno un ottimo futuro all’Italia. Il ct? Al momento non è il problema più grande, il problema più grande è un altro».

Lippi ha infine ribadito di non essere stato lui a scegliere Gian Piero Ventura: «La verità è che non sono stato io a sceglierlo, e su questo io non ho denigrato nessuno».