ranking fifa posizione italia dicembre 2016
Giampiero Ventura (Insidefoto)

Un invito da Fabio Fazio in Rai. Un altro da Massimo Giletti su La7, la tv di Urbano Cairo che è stato suo presidente e testimone di nozze. Gian Piero Ventura ha solo l’imbarazzo della scelta del salotto e del cachet per rilasciare la sua prima intervista dopo il disastro del Mondiale fallito, il primo dopo 60 anni.

Come racconta il quotidiano La Repubblica, due settimane fa l’ormai ex commissario tecnico, esonerato ma ancora sotto contratto fino al luglio 2018, avrebbe scritto una mail alla Figc chiedendo la liberatoria per andare ospite in tv.

La Federcalcio gliel’avrebbe concessa chiedendo di precisare data e programma tv e ricordando a Ventura i suoi vincoli contrattuali, gli stessi cui era tenuto quando era in carica: non può rilasciare dichiarazioni lesive di altri tesserati né violare la loro privacy, e non può rivelare informazioni riservate apprese nel suo mandato.

In sostanza: l’ex ct è ancora un dipendente e percepisce mensilmente regolare stipendio (nessuna liquidazione), e la Figc gli ha gentilmente rammentato doveri e divieti.

«Se passiamo il turno dovremo fare delle riflessioni» , aveva preannunciato Ventura, sibillino, a Stoccolma prima dell’andata. Dopo l’eliminazione, da Milano è volato a Bari e poi in vacanza a Zanzibar. Negli uffici federali di via Allegri a Roma non è più passato, nemmeno per un saluto: l’esonero gli venne comunicato per telefono.