La Serie A al cinema? È un’ipotesi tutt’altro che campata per aria. A confermarlo è stato l’ad di Infront Luigi De Siervo, in una intervista al Corriere dello Sport.

«Eccome se è un’idea concreta e non soltanto perché Cairo, De Laurentiis e Ferrero siano i presidenti più interessati a questa prospettiva, considerati i mondi in cui agiscono e dei quali sono primattori. Accanto ai bar, ai ristoranti, ai locali pubblici dove sia possibile seguire le partite della serie A, stiamo pensando di trasmetterle anche nei cinema. Grazie alla tecnologia, potremo avete splendidi stadi virtuali che divengano teatro di autentiche feste dello sport», le parole di De Siervo.

diritti tv estero serieA apertura buste diritti tv serieA roadshow infront londra
L’ad di Infront Italy, Luigi De Siervo (foto: Calcio e Finanza)

«La condizione di partenza? Che i cinema si trovino ad almeno 50 km dalla città in cui si disputa la partita, per evidenti motivi di concorrenzialità – ha proseguito l’ad di Infront nell’intervista al Corriere dello Sport – . Prezzi scontati, ambienti molto confortevoli, maxischermi davanti ai quali si ritrovino i tifosi impossibilitati a seguire fisicamente l’incontro, per via della distanza geografica o dei divieti emanati per motivi di sicurezza. A questo proposito, pensi a quanti uomini, a quanta fatica, a quanto denaro si risparmierebbe sul fronte dell’ordine pubblico».

La situazione dell’asta per i diritti tv della Serie A 2018/21 è in divenire, dopo il flop del primo tentativo nei mesi scorsi. Ora la Lega e Infront potrebbero anche sfruttare il successo dell’asta per i diritti tv internazionali in chiave nazionale. «L’asta internazionale si è rivelata un volano d’interesse per i soggetti in lizza sul fronte interno – ha proseguito De Siervo -. Il loro numero è sensibilmente aumentato e, si sa, la concorrenza stimola». E magari all’asta potrebbe presentarsi anche un intermediario, come è stato per l’asta internazionale con IMG: «Non escludo possa ripresentarsi il 22 gennaio e presumo non lo farà in solitudine», le parole del dirigente di Infront.

(foto Insidefoto.com)

Tuttavia, nonostante la mancata qualificazione dell’Italia, la Serie A non è all’anno zero per De Siervo. «Viviamo la più appassionante lotta per il primato dei cinque principali campionati europei con addirittura cinque squadre in lizza; ci avviciniamo a Juve-Inter dopo avere palpitato per Napoli-Juve e aspettando ]uve-Roma del 23 dicembre; Icardi, Insigne, Immobile, Higuain, Dzeko e molti altri campioni suscitano passione e interesse; in Europa i nostri club sono fra i protagonisti della prima fase dei due tornei Uefa. No, non siamo all’anno zero», ha concluso l’amministratore delegato di Infront nell’intervista a il Corriere dello Sport.

3 COMMENTI

  1. Marco Spinelli.Spiace dirlo ma i vertici dirigenziali che reggono il Calcio italiano sono degli incompetenti e questa storia di portare il Calcio nei cinema lo dimostra ampiamente.La totale diretta delle partite del Campionato non doveva essere portata in case,bar o altro ma solo ed esclusivamente nei cinema,avresti avuto ancora gli stadi pieni ed un supplemento di incassi da questo circuito alternativo ed in più i messaggi pubblicitari che tanto stanno cari agli sponsor avrebbero avuto un indirizzo più mirato dal momento che a casa tua appena arriva il momento pubblicitario fai zapping.A questo punto portare il Calcio nei cinema è anacronistico dal momento che te l’hanno già recapitato nel salotto di casa,chi te lo fa fare di pagare e spostarti quando hai tutto a domicilio.Il Calcio portato nei cinema poteva essere un esperimento interessante,conveniva ad entrambe le parti,di sicuro non avremmo avuto l’ecatombe di sale da cinema che si è avuta in questi decenni,alla fine delle partite,date tutte in contemporanea e in modo da ricalcare lo schema del Calcio minuto per minuto radiofonico avresti riempito il resto del pomeriggio domenicale assistendo ad una proiezione cinematografica.Sarebbe un mondo alternativo a quello attuale,chissà magari migliore.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here