anticipazioni maglia paris saint germain 2018-2019
Neymar e Mbappè, attaccanti del Psg (foto Insidefoto.com)

A meno di due mesi dalla prima udienza, i vertici del Paris Saint-Germain sono stati nuovamente convocati presso la sede della UEFA a Nyon nell’ambito dell’inchiesta sui conti in chiave Fair Play Finanziario.

Secondo quanto informa il Journal du Dimanche, i vertici del club parigino sono stati convocati per giovedì presso la sede dell’Uefa: l’ipotesi è che gli investigatori della federcalcio europea abbiano concluso la loro indagine sui conti e possano presentare una documentazione alla società, in modo da chiedere spiegazioni ai dirigenti francesi.

All’inizio di settembre, la UEFA aveva infatti aperto un’inchiesta nei confronti del PSG, in seguito all’acquisto da parte del club parigino di Neymar dal Barcellona per 222 milioni di euro e di Kylian Mbappè dal Monaco con un’operazione in prestito e obbligo di riscatto dal costo stimato in circa 180 milioni di euro (bonus compresi).

Kylian Mbappè (Insidefoto.com)

«Nei prossimi mesi la Camera Investigativa dell’Organo di Controllo Finanziario per Club della UEFA si incontrerà regolarmente per valutare attentamente tutta la documentazione relativa a questo caso», aveva dichiarato l’Uefa in una nota per confermare l’apertura dell’indagine nei confronti del Paris Saint-Germain.

«L’inchiesta sarà incentrata sulla conformità del pareggio di bilancio (break-even), in particolare dopo i recenti trasferimenti della finestra di mercato estiva», le parole dell’Uefa riguardo l’oggetto dell’indagine. Il PSG era già stato sanzionato nel 2014 in seguito a un contratto con l’ufficio turistico del Qatar, che la UEFA aveva ritenuto di valore maggiore rispetto a quello valore. I parigini avevano pagato per le violazioni, ma ora una nuova violazione potrebbe costare caro.

Neymar casa Parigi indagine ffp psg audizioni
Neymar, grande colpo estivo del Paris Saint Germain (Foto: Insidefoto)

Lo scorso ottobre, i dirigenti del Paris Saint-Germain sono stati interrogati presso la sede dell’UEFA: un “incontro di routine”, a cui erano presenti erano presenti Jean-Claude Blanc, direttore generale del PSG, Victoriano Melero, segretario generale del club, Philippe Boindrieux, vice direttore generale e Benoït Muller, chief financial officer. Dirigenti che quindi nei prossimi giorni dovrebbero tornare a Nyon: la conclusione dell’indagine e l’eventuale sanzione, tuttavia, non sarebbe attesa prima del prossimo febbraio.