Palermo, Sicily by Car nuovo main sponsor
Tifosi del Palermo (Insidefoto.com)

La pesante sconfitta con il Cittadella e non solo. Il momento non è dei migliori in casa Palermo, dopo soprattutto la notizia che la Procura siciliana ha presentato istanza di fallimento per il club rosanero.

Dopo il ko per 3-0 coi veneti, Maurizio Zamparini è così tornato a parlare. “Dopo la gara Tedino e Bellusci hanno dichiarato che le vicende societarie extracalcio non hanno influito sulla gara? Io non so se abbiano influito o meno nella testa dei giocatori, non penso che se non corrono è colpa di quello che è successo negli ultimi giorni. Certamente sono cose che si ripercuotono nella testa anche dei giocatori, del tecnico e di tutto lo staff. E naturalmente nella mia”, le parole del patron dei rosanero.

Palermo, anche segretaria Zamparini fra gli 8 indagati
Maurizio Zamparini (Insidefoto.com)

“Io sono in una situazione paradossale, una parola anche troppo lieve, perché non so quello che mi sta succedendo dopo tutto quello che ho fatto per il Palermo – ha proseguito Zamparini -. E non so cosa c’è dietro. I miei avvocati stanno lavorando ma io sono veramente esterrefatto e penso che non rimarrò a Palermo, mi dispiace. Sicuramente ci sarà della gente che vuole che io vada via, io andrò via comunque, anche se c’è anche gente che mi vuole dentro. Non ce la faccio più per una questione di età a salute a subire questo“.

“La partita di ieri? Mi dispiace che qualche giornale se la sia presa con Posavec, perché Posavec non c’entra niente. Ieri è stata la difesa, con il centrocampo che non la copriva. Ecco, mi dispiace la cattiveria su questo ragazzo. Non so perché. Vorrà dire che a gennaio lo daremo via, non c’è nessun problema. Tanto io a gennaio non ci sarò, per cui ci penserà qualcun’altro”, ha concluso Zamparini.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here