lotti riforme calcio ministro lotti riforme calcio italiano
Luca Lotti (Insidefoto.com)

La debacle mondiale degli Azzurri è frutto di «un problema che riguarda tutti, anche culturale. Di come si insegna a fare calcio, riguarda anche i genitori su come si sta in tribuna. E’ il caso di ripartire anche da lì fino alle massime serie». Lo dice il ministro dello Sport, Luca Lotti.

«Decisioni importanti di Ventura e Tavecchio? Spetta a loro decidere – ha aggiunto Lotti – Credo sia importante cogliere questo momento per mettere a posto tutto il calcio italiano, dai settori giovanili fino alla Serie A».

«Il mondo del calcio va rifondato», ha aggiunto il ministro dello Sport, «e devono essere fatte delle scelte che forse negli anni passati non si è avuto il coraggio di fare e ne è arrivato il momento. Dobbiamo tutti dare una mano a far ripartire questo mondo in tutti i sensi e le parole di Gigi Buffon di ieri sera sono state chiare».

«Non abbiamo scoperto ieri che ci sono dei problemi e che c’è qualcosa che non va: siamo usciti al primo turno negli ultimi due Mondiali, non si riesce a eleggere i presidenti della Lega di serie A e di B. C’è molto da fare e credo sia opportuno davvero sfruttare questa occasione per rifondare del tutto il calcio italiano», ha osservato ancora Lotti, che ha poi aggiunto: «Come governo stiamo già provando a dare una mano al calcio con la riforma dei diritti televisivi e con la modalità di vendita del nostro prodotto all’estero. C’è ancora molto da fare ma dobbiamo farlo tutti insieme ciascuno con il proprio compito».