Joao Mario Inter - Foto Giuseppe Celeste / Insidefoto

«Le voci di un mio trasferimento al Psg? Sono normali, fanno parte del calcio. Rimango sempre concentrato, non mi distraggo perché sono abituato. Vedremo, c’è ancora molto tempo prima del mercato di gennaio. Vedrò cosa succederà e poi prenderò una decisione su ciò che è meglio per la mia carriera». Così si è espresso nei giorni scorsi Joao Mario, centrocampista portoghese dell’Inter, sul suo futuro in nerazzurro.

«Vorrei giocare di più. Credo che le cose possano cambiare – ha aggiunto in un’intervista a maisfutebol.iol.pt – ed è questo quello su cui mi concentro maggiormente: so che giocherò di più, in un modo o nell’altro. Non mi preoccupo, ora voglio dimostrare al tecnico che sto facendo bene, farò del mio meglio per essere tra i convocati per la Coppa del Mondo. Il mio momento nel club non pregiudica la mia convinzione di poter essere tra i convocati».

quanto incassato sporting cessione joao mario inter
Joao Mario (Insidefoto)

Una sua possibile cessione era tra le varie ipotesi anche nella scorsa estate, con l’Inter che avrebbe provato ad inserirlo come contropartita tecnica in diversi affari. Ma a quale cifra la società nerazzurra può cedere Joao Mario per evitare minusvalenze?

Joao Mario, il valore a bilancio

Il portoghese ha a bilancio un costo storico pari a 43,7 milioni di euro: era arrivato nell’estate 2016 dallo Sporting Lisbona per 40 milioni più bonus (di cui meno di 20 sono finiti nelle casse del club lusitano). Nel corso del primo anno, ha avuto ammortamenti per circa 7,6 milioni di euro, che hanno così portato il suo valore netto a bilancio al 30 giugno 2017 a circa 36,1 milioni di euro.

Joao Mario e Gabigol

Considerando un ammortamento stabile nel corso della prossima stagione, a gennaio il valore di Joao Mario dovrebbe assestarsi intorno ai 32 milioni di euro, mentre a giugno il valore sarebbe pari a circa 28 milioni di euro. Per evitare minusvalenze, quindi, l’Inter si troverebbe costretta a vendere il giocatore a cifre maggiori rispetto a queste.

 

 

PrecedenteFootball Manager 2018, tutte le novità della nuova edizione del gioco manageriale
SuccessivoI revisori di Ernst Young promuovono i conti del Milan