Voluntary agreement Milan
Yonghong Li tra David Han Li e Marco Fassone (Insidefoto.com)

Milan bilancio 2017 – Il bilancio consolidato del Milan al 30 giugno 2017, di soli sei mesi, si è chiuso con un rosso di 34,6 milioni di euro, come riporta l’agenzia Reuters.

Nell’esercizio dal 1° gennaio 2017 al 30 giugno (di sei mesi, necessario per portare a termine il passaggio dall’esercizio dell’anno solare a quello della stagione sportiva) il Milan ha avuto ricavi per 102,9 milioni, contro i 127,6 milioni del primo semestre 2016: i costi sono scesi dai 153,3 milioni del 2016 a 129,7 milioni, mentre la posizione finanziaria netta è negativa per 139,6 milioni (-178,4 a fine 2016). La perdita a livello consolidata è stata pari a 32,6 milioni di euro, in leggero miglioramento rispetto al -34,2 milioni dei primi sei mesi del 2016 (esercizio che poi si è chiuso con un rosso pari a circa 75 milioni di euro).

perchè il milan può spendere fair play finanziario
La coroeografia dei tifosi rossoneri per la sfida con il Craiova (foto Insidefoto.com)

Un risultato netto che, per quanto riguarda il prossimo esercizio, sarà particolarmente influenzato dal mercato estivo 2017. “La campagna trasferimenti ha comportato nell‘esercizio 2017 un bilancio negativo di 126,5 milioni di euro, per effetto degli investimenti effettuati nel periodo”, si legge nel bilancio.

Per quanto riguarda la situazione finanziaria, Reuters riporta che, da quanto si legge nel bilancio, dall‘analisi del calcolo dei covenant delle obbligazioni del Milan sottoscritte dal fondo Elliott, analisi che tiene conto degli aumenti di capitale effettuati dal nuovo socio di controllo del club, non sono emerse criticità.

Proprio per quanto riguarda il rimborso dei circa 130 milioni di debito nei confronti di Elliott in seguito all’emmissione di due bond alla Borsa di Vienna (uno da 73,7 e l’altro da 54,3 milioni, con un tasso fisso del 7,7%), nel documento la società rossonera spiega che “sono iniziate le discussioni con alcuni istituti finanziari, e gli amministratori sono confidenti di poter finalizzare il rifinanziamento del debito finanziario, nell‘ambito di una più articolata operazione che prevede il rifinanziamento del debito della Rossoneri Sport Investment Luxembourg”, il veicolo lussemburghese che controlla il Milan e fa capo a Yonghong Li, il quale ha ricevuto da Elliott ulteriori 180 milioni per portare a termine l’operazione di compravendita della società rossonera da Fininvest.

Milan requisiti onorabilità Yonghong Li yonghong li nuovi soci milan
Yonghong Li

Lo stesso Yonghong Li ha sottoscritto un aumento di capitale da circa 60 milioni di euro, versandone 27 (compresi 5 ad inizio settembre), si legge nel documento. Proprio le ricapitalizzazioni dell’azionista di maggioranza, insieme al rifinanziamento del debito e al secondo aumento di capitale fino a 60 milioni “se i ricavi attesi dallo sviluppo commerciale in Asia” non raggiungessero la cifra stimata, sono le tre basi del piano quinquennale al 2022, con cui la società intende raggiungere una situazione di equilibrio economico-finanziario. Il patrimonio netto, infine, (-50,4 milioni di euro alla fine del 2016) nei primi sei mesi del 2017 risulta positivo per 30 milioni, grazie al versamento in conto capitale per 53,5 milioni effettuato da Fininvest prima del closing.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here