Sponsor tecnico Milan – Dopo la rottura tra Milan e Adidas, con il colosso tedesco dell’abbigliamento sportivo che interromperà il rapporto con il club rossonero a fine stagione, spunta il nome di Puma quale futuro sponsor tecnico della società di Via Aldo Rossi.

Al momento Puma, che è controllata dalla multinazionale francese Kering (ex Pinault-Printemps-Redoute o PPR), è presente sul mercato italiano solo attraverso la sponsorizzazione tecnica della nazionale italiana di calcio, ma non ha in portafoglio nessun top club della Serie A, mentre  è presente in Premier League, principalmente attraverso le sponsorizzazioni tecniche di Arsenal (contratto in scadenza nel 2019) e Leicester (contratto in scadenza al 30 giugno 2018), e in Bundesliga attraverso il legame con il Borussia Dortmund (accordo in scadenza nel 2020).

Un’eventuale sponsorizzazione tecnica del Milan potrebbe pertanto consentire a Puma di rafforzare la propria presenza sul mercato italiano, affiancando alla sponsorizzazione della nazionale quella di un top club di Serie A.

Molto dipenderà dall’importo economico del contratto. In base al contratto in essere con Adidas, che era stato rinnovato fino al 2023 (ma che sarebbe appunto stato disdettato), nel 2017 la casa di abbigliamento tedesca ha versato nelle casse del Milan 19,6 milioni (18,6 milioni nel 2015) per “il diritto di apporre il proprio marchio sulle divise da gioco ufficiali” (fonte: bilancio AC Milan).

A questi si aggiungono altri 9,3 milioni (10,08 milioni nel 2015) quali ricavi derivanti dall’attività di merchandising e di licensing, per un importo complessivo di 28,9 milioni.