Il nuovo stadio del Pisa sarà sottoposto ad un profondo restyling con un valore dai 30 ai 40 milioni di euro.

Il club nerazzurro sta studiando diverse soluzioni: si valutano almeno sette idee diverse da realizzare.

Ne scrive oggi Il Corriere dello sport che parla di uno stadio non solo per il calcio ma anche per eventi culturali ed artistici e che sarà a disposizione della città per tutta la settimana.

Lo stadio sarà interamente coperto e la capienza sarà tra i 16 e i 20 mila spettatori.

Il primo dei progetti presentati prende spunto dall’Allianz Stadium di Torino e prevede l’abbattimento delle curve e la loro ricostruzione a ridosso del campo, con una area commerciale all’esterno.

Il secondo progetto si avvicina agli stadi inglesi, con un occhio particolare al verde.

Il terzo prevede invece un parco sopra il tetto dello stadio.

Il quarto è riconducibile al modello Oporto con effetti speciali durante le notturne.

Il quinto adotta coperture trasparenti delle gradinate, mentre la copertura esterna ricorda la Veltins Arena di Gelsenkirchen. Anche in quel caso – simile quindi allo stadio dello Shalke 04 – la copertura delle curve è trasparente.

Il sesto progetto si ispira agli impianti inglesi con una copertura ampia. Alcuni particolari ricordano il Dino Mannuzzi di Cesena.

Il settimo è ispirato dal paesaggio circostante, il colore dominante è il verde che si adatta anche alla vicina Piazza dei Miracoli.

La presentazione è avvenuta nella sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti. 

Presenti tra gli altri il sindaco Marco Filippeschi, il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina, il presidente del club Giuseppe Corrado e l’advisor Ire (Innovation Real Estate).

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here