Nasser Al Khelaifi, Presidente PSG (Insidefoto)

«Ho detto alla Uefa che la porta del mio ufficio è aperta, non abbiamo niente da nascondere». Nasser Al-Khelaifi, presidente del Paris Saint-Germain, risponde così alla notizia dell’indagine da parte della federcalcio europea per la possibile violazione delle regole del Fair Play Finanziario.

Durante la presentazione alla stampa di KylianMbappé, il numero 1 del club francese ha respinto le accuse: «Siamo stati estremamente trasparenti in tutto, non abbiamo niente da nascondere. Se altri club sono felici, arrabbiati o gelosi non è un mio problema – la replica del massimo dirigente del Psg – Non voglio entrare nei dettagli ma siamo convinti di aver operato nel rispetto delle regole. Se la UEFA vuol venire nei nostri uffici può farlo, non abbiamo niente da nascondere».

Al-Khelaifi ha poi introdotto il nuovo acquisto: «È un momento magnifico per questo club. Mbappé ha soltanto 18 anni, ma il mondo intero lo conosce. Gli diamo il benvenuto al PSG, sono certo che insieme scriveremo bellissime pagine della storia di questa società e mi auguro che possa restare qua a lungo. Parigi è la sua città e il PSG è il suo club, quindi bentornato a casa Kylian».

Parola poi allo stesso 18enne ormai ex attaccante del Monaco: «Le cifre girate intorno al mio acquisto non cambieranno il mio modo di giocare ma neanche il mio modo di vivere. Giocare insieme a questi campioni mi darà grande libertà».

ufficiale mbappè psg cifre

«Per me è importantissimo essere arrivato in un club come il PSG. Volevo restare al Monaco, il club ha sempre avuto la mia priorità, ma dopo alcuni incontri con la mia famiglia e col presidente ho scelto il PSG – ha proseguito Mbappè -. È la migliore decisione che potessi prendere. Il PSG è il progetto che mi permetterà di crescere. Sono affamato di titoli, un combattente. Qui ho tutto per essere soddisfatto».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here