Bologna, rallenta ristrutturazione stadio – Un emendamento alla legge sugli stadi rischia di rallentare il nuovo Dall’Ara di Bologna. Alla luce dei fatti, l’assessore comunale allo Sport Matteo Lepore e la sua collega all’Urbanistica Valentina Orioli si affrettano a rassicurare i cittadini, il Bologna e i partner dell’operazione. “Siamo fiduciosi sul fatto che l’iter possa andare avanti l’obiettivo di riqualificare il Dall’Ara è da confermare, ma la nuova legge cambia il quadro complessivo all’interno del quale ci dobbiamo muovere”, spiega Lepore proseguendo: “Abbiamo già avviato un approfondimento coi nostri uffici tecnici, per riconfigurare nei prossimi giorni la procedura che avevamo condiviso col Bologna sulla riqualificazione dello stadio”.

Bologna, rallenta ristrutturazione stadio, l’assessore allo Sport Lepore: “Se esce dall’interesse pubblico per noi diventa una criticità”

L’assessore allo Sport non ha intenzione di prescindere da alcuni punti: “Vogliamo che attorno allo stadio vengano realizzati parcheggi, risolti i problemi dell’accessibilità, che ci siano impianti sportivi, che venga tutelato il verde e le realtà sportive che sono dentro allo stadio trovino una nuova collocazione”. Tutti i target sono stati decisi in consiglio comunale: “Ciò che esce da questi obiettivi per noi non è interesse pubblico, se alla luce di questo cambiamento normativo non vengono più rispettati rappresenterebbero una criticità, dunque per il momento mettiamo una pausa sull’argomento”.

Bologna, rallenta ristrutturazione stadio, l’assessore allo Sport Lepore: “La deadline complessiva non sarà ritardata”

E ancora: “Vogliamo le stesse garanzie che c’erano nella cornice normativa precedente”, sottolinea Lepore, riferendosi in particolare alla questione Cierrebì: “L’obiettivo rimane quello di avere un impianto sportivo pubblico, e che quello spazio sia più aperto di quanto lo sia oggi. Ragioneremo con la nuova proprietà su come questa cosa possa essere fatta, in un quadro politico dell’operazione che sia sostenibile”. Non cambieranno i tempi per la riqualificazione del Dall’Ara: “Sono i medesimi, non dobbiamo però ritardare la deadline complessiva”, rimarca Lepore.

Bologna, rallenta ristrutturazione stadio, l’ad del Bologna Fenucci: “Nuovo percorso da concordare, ma avremo uno degli stadi più belli d’Europa”

Sul tema stadio, ha parlato Claudio Fenucci, direttore generale del Bologna. In una lunga intervista al ‘Corriere di Bologna’ il dirigente spiega che la società non ha ancora presentato il progetto definitivo perché sono allo studio: “alcuni aspetti legati alla parte immobiliare”, ma da qualche giorno c’è un problema in più sulla questione stadio ed è: “La recente modifica del testo della legge sugli stadi, la 147 del 2013 – sottolinea Fenucci – sembra rendere più difficile il percorso di realizzazione del Dall’Ara: i cambiamenti portati dal governo non hanno tenuto conto degli stadi come quello di Bologna. Sembra pensato solo su impianti da realizzarsi ex novo…. A questo punto non potremo più appoggiarci all’iter facilitato della legge, ma dovremo concordare con il Comune un nuovo percorso amministrativo. La questione comporta un nuovo iter amministrativo da individuare”. Nonostante il rallentamento non c’è intenzione da parte del Bologna di fare un nuovo stadio: “Dovremo operare su un contenitore già esistente, ma la ristrutturazione renderà fruibile e comodo uno degli stadi più belli d’Europa”, sottolinea il dg concludendo: “Dove giocherà il Bologna durante la ristrutturazione del ‘Dall’Ara? Nei prossimi mesi avremo incontri istituzionali con la Regione e con i comuni coinvolti, durante i lavori”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here