motoGp esports
Valentino Rossi a bordo della sua Yamaha (Foto: Insidefoto)

Sono sempre più numerosi i club di calcio che hanno deciso di puntare sugli esports come nuova leva per incrementare i ricavi (in Italia Roma, Sampdoria, Genoa ed Empoli), ma la “febbre” sembra avere contagiato anche gli altri sport.

Anche il mondo dei motori sembra quindi deciso a lanciarsi in questa nuova avventura. Milestone, probabilmente la più importante software house italiana, e Dorna Sports, organizzatore della MotoGP, hanno finalmente colmato questa lacuna annunciando il «MotoGP eSport Championship.

Il MotoGP eSport Championship si svolgerà sulla versione PlayStation 4 di MotoGP 17, ultima incarnazione del simulatore ufficiale della competizione, che uscirà il 15 giugno. Tra le novità di questa edizione, una nuova modalità carriera che permetterà di seguire lo sviluppo di un pilota dalle prime vittorie in classe Red Bull Rookies fino al podio del mondiale MotoGP.

In MotoGp 17 sarà presente anche una nuova modalità eSport, composta da sette eventi online, che seguirà l’andamento del vero Motomondiale. Una scelta fatta dagli ideatori per rendere l’esperienza di gioco il più possibile realistica.

I partecipanti dovranno piazzare il loro miglior tempo per qualificarsi alla gran finale. Condizione necessaria per ottenere l’accesso a queste gare speciali sarà superare dei tempi predeterminati nelle classi Red Bull Rookies Cup, Moto3 e Moto2. I 16 giocatori più veloci verranno infine invitati a dar prova delle loro abilità in un evento che si svolgerà a Valencia, poco prima dell’ultima gara del Campionato MotoGP, e che verrà trasmesso sul canale ufficiale del campionato. La posta in palio è una BMW M240i.

Al momento il progetto nasce in via sperimentale, ma già nella prossima stagione si punta a predisporre un calendario fitto per coinvolgere un numero ancora più elevato di persone.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here