SHARE
La Spal torna in Serie A dopo 49 anni (Insidefoto.com)

Restyling stadio Spal – Dopo 49 anni di attesa la Spal è pronta a tornare nella massima serie, e per questo motivo la storica società di Ferrara vuole farlo nel miglior modo possibile, cominciando appunto da uno stadio all’altezza della Serie A.

L’amministrazione comunale ha annunciato nell’aprile scorso, attraverso la commissione per  l’ammodernamento del “Paolo Mazza”, l’accordo con la squadra del patron Colombarini, che proprio nei giorni scorsi ha dichiarato la sua soddisfazione per aver trovato l’intesa totale con il comune per i lavori di restyling che coinvolgeranno lo stadio.

La prima parte dei lavori, poiché la squadra è riuscita a centrare la promozione senza dover disputare i playoff, è stata praticamente già avviata. Quest’ultimi comprendono sia la riqualificazione dell’attuale gradinata nord, sia la costruzione di un nuovo settore destinato ad ospitare la tifoseria ospite, modificando così la capienza totale dello stadio che passerà dagli attuali 8.500 spettatori ai 12.348 per la stagione 2017/2018.

Nel dettaglio la gradinata nord, che per la stagione appena conclusa è stata aperta al pubblico solamente in deroga e per parte della sua capienza totale, sarà oggetto di una risagomatura dei gradoni che permetterà l’installazione di nuovi seggiolini. Al termine dei lavori il suddetto settore potrà contenere dunque 3.480 persone, con l’apertura di un nuovo passaggio centrale (compatibilmente con la normativa sulla sicurezza nei luoghi di pubblico spettacolo) e due ingressi esterni con tre tornelli per ciascuno, al fine di facilitarne l’accesso agli spettatori. Inoltre la recinzione che separa il campo da gioco dagli spalti, sarà abbassata a 120 cm.

Restyling stadio Spal - Il recupero della gradinata Nord
Restyling stadio Spal – Il recupero della gradinata Nord

Per quanto riguarda invece il settore ospiti, sarà creata una nuova curva est costituita sostanzialmente da una struttura in metallo modulare che ospiterà 1.508 spettatori, oltre ai vari adeguamenti che comprendono l’installazione di tornelli, del nuovo impianto di sorveglianza, e delle reti antilancio per le aree che affiancano la tribuna e la gradinata.

Restyling stadio Spal - la nuova curva Est
Restyling stadio Spal – la nuova curva Est

Anche il terreno di gioco del Paolo Mazza verrà modificato rispetto alle sue attuali dimensioni, lo stesso infatti passerà da 65 a 68 metri di larghezza, con il conseguente spostamento delle due panchine (modifica già prevista nel precedente progetto) che permetterà l’adeguamento in deroga alle normative previste dalla massima serie. Per quanto concerne l’esterno dello stadio, verranno allestite nuove aree di parcheggio, per permettere l’accesso ad atleti e giornalisti con mezzi di servizio e pullman.

L’insieme di tutte le modifiche dello stadio, come sottolineato più volte dalla società spallina ed in primis dal presidente Walter Mattioli, fanno parte però di un progetto molto più ampio che prevede per la stagione 2018/2019 16.000 posti a sedere, necessari a definire la capienza regolamentare per la permanenza in serie A.

Restyling stadio Spal - i progetti per il futuro
Restyling stadio Spal – i progetti per il futuro

Dal punto di vista monetario l’investimento maggiore per tutti gli adeguamenti previsti, sarà effettuato dalla società biancazzurra con un esborso di circa 2 milioni e mezzo di euro, mentre il comune di Ferrara ha stanziato circa 1,8 milioni di euro, che serviranno nello specifico alla creazione della nuova curva e all’installazione di un nuovo impianto di illuminazione dello stadio.

LASCIA UNA RISPOSTA: