dove vedere Superliga argentina 2017-2018 Tv streaming
(Insidefoto)

Udinese-Cagliari 2-1.  L’Udinese batte il Cagliari per 2 a 1. Una vittoria che consente alla squadra di Delneri di avvicinarsi all’obiettivo decimo posto, ora a solo due lunghezze di distanza. Decidono le reti di Perica e Angella nella ripresa. Inutile invece, ai fini del risultato, il 16/o gol stagionale di Borriello, che ha tenuto il Cagliari in partita fino al 93/o.

Senza l’assillo del risultato, senza pressione, Udinese e Cagliari si affrontano senza forzare. Il Cagliari fa maggior possesso palla. L’Udinese produce le occasioni migliori. Ma, complice un Rafael para tutto, il primo tempo si chiude sullo 0-0. La partita, sonnolenta, si anima alla mezz’ora, quando l’arbitro concede un rigore ai padroni di casa per un contrasto in area tra Barella e Widmer.

Thereau va a prendersi il pallone e si incarica del tiro dagli undici metri, intenzionato a far salire a 12 le reti stagionali. Ma dal dischetto la sua conclusione non è abbastanza potente: Rafael intuisce l’angolo e respinge. Hallfredsson si avventa sulla sfera sulla sinistra d’attacco ma calcia alle stelle, vanificando la chance più nitida per sbloccare il risultato.

Rafael è il protagonista assoluto della prima frazione di gara. Pronto a mettersi in luce già al 6′ con una doppia parata decisiva sul tentativo prima di Zapata e subito dopo di De Paul. Attento in tutti gli interventi, aiutato a mantenere inviolata la propria porta allo scadere anche da Murru, con una deviazione decisiva sulla conclusione di De Paul.

Il cambio di passo arriva a metà ripresa, con l’ingresso in campo di Perica. E’ il giovane attaccante croato dell’Udinese a sbloccare il risultato, al 25′: raccoglie un pallone recuperato da Kums in pressing alto su Sau e dalla distanza fa partire un destro a giro potente e preciso, sul primo palo. Forte del vantaggio l’Udinese centra subito il raddoppio sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Jankto.

La difesa del Cagliari, ancora imbambolata, non riesce a spazzare e la palla prolungata da Perica capita sul piede di Angella che, ben appostato, gonfia la rete per la seconda volta. Ma manca per un soffio il colpo dell’immediato e definitivo ko, con una conclusione ancora di Perica che questa volta si stampa sul palo lungo. Così è Borriello, al 41′, a riaprire i giochi con un colpo di testa su un cross di Isla dalla destra. L’attaccante schiaccia bene la sfera, imponendo una traiettoria al pallone che complica il lavoro a Karnezis. E prolunga il cardiopalma fino all’ultimo dei tre minuti di recupero concessi dal direttore di gara, quando Danilo salva il risultato con un intervento sulla linea di porta su un sinistro di Salamon, a Karnezis battuto.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here