Milan nuovo stadio risposta sindaco Sala
Una panoramica dello stadio di San Siro (Insidefoto.com)

Potrebbero esserci presto sviluppi importanti in merito alla gestione di San Siro. A rivelarlo è l’assessore allo Sport del Comune di Milano, Roberta Guarnieri. che ha parlato per la prma volta di una trattativa in corso con le due società: Con Milan e Inter siamo in trattativa per rivedere la convenzione sull’affitto della stadio di San Siro, scaduta il 31 dicembre scorso. Stiamo discutendo sulla logica dei lavori che devono essere fatti dalle squadre. Quelli di manutenzione straordinaria e di innovazione devono avere una quantificazione. Tendiamo più a valutare la qualità dei lavori che il discorso delle percentuali”.

Dal 2010 fino alla fine del 2016 l’accordo tra Comune, Milan e Inter indicava che il 30% di affitto era di liquidità nelle casse di Palazzo Marino, mentre il 70% a scomputo dei lavori realizzati per lo stadio dalle due società. Un accordo che era stato definito in vista della finale della Champions League dello scorso anno.

La situazione è destinata però a cambiare a breve. Il Comune infatti vuole ora ridefinire le percentuali “anche se puntiamo più alla qualità dei lavori – ha spiegato – ma ovviamente in questa trattativa il Comune mira a ottenere gli importi che ha sempre avuto negli anni precedenti“.

Una ristrutturazione dell’impianto milanese è imminente, ma non tutto sarà gestito dal Comune: “Tra i lavori a scomputo potremmo non riconoscere quelli che hanno uno scopo commerciale, come ad esempio le Sky Box, perché portano un profitto alle squadre – ha concluso l’assessore -.

Ci sono inoltre degli aspetti che non andranno trascurati: “Uno dei miei obiettivi, e insisterò per questo, è quello di realizzare le pedane per i disabili. In questo momento un regime non è stato ancora definito”, ha precisato l’assessore.

Tra i lavori prioritari da realizzare allo stadio Meazza ci sarebbe anche il rifacimento dei bagni, della cancellata esterna e delle pedane disabili sotto le curve.