appello sindaco filippeschi petroni pisa corrado serie b anticipi 2016 2017

“Faccio l’appello più sentito alla famiglia Petroni perché si chiuda con coerenza il percorso proposto dalla Lega e accettato accordando l’intesa”. Lo afferma in una nota, il sindaco Marco Filippeschi, commentando gli ultimi sviluppi relativi alla crisi societaria del Pisa.

“I rischi incombenti – dice il primo cittadino – che mettono in discussione la tenuta della società e la stagione sportiva, legati alla scadenza del 16 dicembre e alla necessità di ricapitalizzazione entro il mese, si superano con la soluzione positiva della trattativa”.

Filippeschi riferisce anche di avere parlato con il leader di Magico, Giuseppe Corrado “dopo l’uscita del comunicato” in cui si annuncia il passo indietro di fronte all’indisponibilità di Petroni di accettare l’offerta che, precisa il primo cittadino, “anche notevolmente accresciuta è in campo: l’amarezza per lo stop imposto alla trattativa dall’attuale proprietà non lo allontanano dalla città né fanno venire meno la volontà di portare avanti il progetto di rilancio del Pisa e questo impegno è anche condiviso con il presidente della Lega di B, Andrea Abodi, che ha garantito il procedimento per la cessione, ritenendo questa necessaria”.

“Oggi – ha concluso il sindaco – sappiamo che per superare la crisi una soluzione c’è. Altrimenti saremo vittime di automatismi che danneggeranno irrimediabilmente tutti gli interessi in campo, mortificando la città, imponendo un’assurda ingiustizia. Il Pisa è anche il patrimonio di una comunità, come si è dimostrato in questi mesi difficili. Anche per questo faccio appello alla coerenza e al senso di responsabilità. La trattativa si deve chiudere e aprire una pagina nuova”.