app TV Apple catalogo calcio
(Insidefoto.com)

Stavolta Apple punta dritta al piccolo schermo. Un rapporto mai nato ma che presto potrebbe invece riservare sorprese e una vera e propria rivoluzione.

All’ultimo KeyNote “Hello Again” la casa di Cupertino ha presentato una app che semplicemente si chiamerà “TV” che potrebbe presto cambiare le abitudini anche degli appassionati di calcio.

Come? Lo spiega oggi il quotidiano La Repubblica:  per sapere quale match di calcio poter vedere. TV, infatti, ha a disposizione un catalogo vastissimo su cui compiere la ricerca. Anche perché in grado di ricevere le dirette televisive live della tv tradizionale, sia in chiaro che pay, e di integrarle all’interno della propria piattaforma, come fossero contenti aggiunti nella propria libreria.

Ovviamente si tratterà di contenuti tutti rigorosamente originali e legalmente detenuti dietro abbonamento, che Apple renderà disponibili grazie ad accordi coi singoli fornitori-partner.

Una mossa che altresi non esclude che la stessa casa di Cupertino inizi produzioni proprie.

Pare evidente che l’attesa a questo punto sarà soprattutto per quanto riguarda i pacchetti di abbonamento, ovvero il lato prezzi: si potrebbe trattare degli stessi normalmente offerti sul mercato così come di formulazioni diverse, ad esempio minipacchetti con solo interessi specifici (calcio, basket, volley eccetera) o pay per view di singoli eventi.

Al momento i concorrenti più agguerriti risultano essere Netflix e Amazon, i cui contenuti guardacaso non sono disponibili sulla app di Apple.

L’obiettivo di “TV” è quella di unificare l’esperienza televisiva degli utenti, colmando il gap tra televisione digitale, canali a pagamento e nuovi servizi di streaming, e permettendo ai telespettatori di passare da uno all’altro senza apparente soluzione di continuità.

La risposta di Netflix a Apple sarà, per ora, lo streaming offline. Una opportunità interessante nei paesi con una rete non particolarmente sviluppata e che soprattutto permette di sfruttare i contenuti (in questo caso difficilmente ci si riferirà al Live, fondamentale nel calcio) in molte più situazioni rispetto ad ora, anche in assenza di connessione.

PrecedenteSportitalia acquisisce i diritti della Champions di Volley femminile: al via il 5 novembre
SuccessivoLa Juve sfrutta l’assist della Consob: non pubblicherà più i conti trimestrali