Palermo, anche segretaria Zamparini fra gli 8 indagati
Maurizio Zamparini (Insidefoto.com)

Il futuro del Palermo guarda sempre più verso Oriente. Sfumato l’affare con la cordata statunitense, per la cessione della società siciliana resta infatti solo la trattativa con il gruppo cinese.

“Non commento l’offerta di Cascio. In realtà non sono mai arrivate le garanzie da parte sua e della sua cordata“, le parole di Maurizio Zamparini, in un’intervista al ‘Giornale di Sicilia‘. “Non ritengo adeguata la lettera d’intenti che il suo gruppo aveva annunciato per presentare un’offerta”, il commento del patron solo una settimana fa, che di fatto aveva chiuso qualsiasi speranza di trattativa con la cordata statunitense.

Resta così in piedi solo la strada che porta verso Oriente, come confermato dallo stesso imprenditore friulano: “Gli emissari cinesi verranno qui la prossima settimana e porteremo avanti i discorsi già avviati – racconta -. C’è fiducia, sicuramente, altrimenti non porterei avanti queste trattative“, aggiunge Zamparini. “Per forza si va per le lunghe. Per il momento stanno andando avanti, non c’è alcun problema da questo punto di vista”, conclude l’attuale presidente del Palermo, che risponde così anche ai dubbi della tifoseria sulla possibile lunghezza della trattativa. Zamparini attende novità, anche perché la preferenza alla cordata cinese nasce pure dal fatto che, pur cedendo la maggioranza, potrebbe mantenere il ruolo di presidente.

Il numero 1 dei rosanero ha parlato anche della sconfitta rimediata dai rosa contro la Juventus: “Perdere partite di questo tipo fa male. La cosa davvero confortante, però, è vedere un Palermo del genere. Un Palermo così non lo vedevo da tanti anni. Oggi il Palermo è una squadra ed è merito di De Zerbi“.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here