Napoli nuovo stadio Bagnoli
Lo stadio San Paolo di Napoli (Insidefoto)

Napoli, partono i lavori di ristrutturazione dello Stadio San Paolo. La conferma arriva dall’amministrazione comunale partenopea.

Il Credito sportivo, infatti ha deliberato il primo stralcio di 5 milioni di euro dal finanziamento complessivo di 25 milioni per la ristrutturazione dello Stadio San Paolo di Napoli. Come detto, l’annuncio arriva dall’amministrazione comunale partenopea che con la cifra metterà mano ai primi interventi, considerati più urgenti, per l’impianto. Il primo milione di euro servirà per i lavori di adeguamento dell’impianto alle disposizioni internazionali dell’Uefa, in modo che il Napoli possa disputare nel suo stadio le partite di Champions League a partire da settembre. Gli interventi più urgenti riguardano: la messa in opera di nuove reti di distribuzione idrica ed antincendio, opere edili di ripristino funzionale degli uffici, sale stampa-conferenze, area hospitality e spogliatoi.

Sarà previsto inoltre un nuovo sistema di canalizzazione degli scarichi pluviali, per evitare il ristagno dell’acqua sul solaio di copertura. Interventi anche in tema di sicurezza, imposti sulle manifestazioni sportive dal Gruppo operativo sicurezza. I restanti 4 milioni di euro verranno destinati per la sostituzione di un primo lotto di 12.000 sediolini e la sistemazione e impermeabilizzazione delle gradinate. In più verranno realizzati nuovi blocchi bagni e saranno riparati quelli già esistenti, oltre che per opere generali per il mantenimento della sicurezza e per la realizzazione di un’area da adibire ad autorimessa.

«Siamo contenti – ha commentato l’assessore allo Sport del Comune, Ciro Borriello – di poter dire ai tanti appassionati e tifosi del Napoli, che i lavori partiranno con questo primo accredito di fondi, e che si concluderanno entro il 2017, per rendere sempre più lo stadio San Paolo all’altezza della storia e della bellezza dei suoi tifosi. Siamo soddisfatti per l’accordo raggiunto col Credito Sportivo e per l’erogazione di accredito. Il percorso – ha aggiunto l’assessore – ha avuto difficoltà e ha dovuto fare i conti con i tempi legati al fermo elettorale e la ripartenza amministrativa».

«A solo una settimana dall’approvazione del bilancio, che ha visto tutti d’accordo nel votare la delibera del piano triennale dei lavori pubblici per la ristrutturazione dello stadio San Paolo, pensiamo ad una continuità di linea ed indirizzo, che – ha osservato Borriello – partendo dal grande evento delle Universiadi, che sarà al centro della città sportiva e non solo, proceda anche con un piano di riqualificazione e di rilancio degli impianti sportivi della periferia».

L’accordo, ha sottolineato Paolo D’Alessio, commissario straordinario dell’Istituto per il credito sportivo, “avvia un percorso – ha detto – che trasformerà il San Paolo in uno stadio moderno sicuro e confortevole al servizio degli appassionati tifosi napoletani”.