Milan Chelsea stadio Minneapolis
L'U.S. Bank Stadium - Il nuovo stadio di Minneapolis (Foto Vikings.com)

Si conclude stasera contro il Chelsea guidato da Antonio Conte la tournèe americana del Milan di Vincenzo Montella. Le due formazioni si affronteranno nel nuovissimo stadio di Minneapolis, denominato U.S. Bank Stadium, che sarà inaugurato proprio in occasione di questo incontro amichevole.

Come riporta il quotidiano inglese The Sun, l’impianto è situato nel centro della città. La costruzione è durata circa due anni e mezzo per un investimento pari a un miliardo di dollari. In città non sono mancate le polemiche per i costi ritenuti eccessivi, ma mitigati almeno in parte dalla cessione dei diritti di denominazione all’istituto bancario. La forma è particolarmente innovativa e ricorda dall’esterno le fattezze di una nave vichinga. Non a caso sarà l’impianto casalingo dei Vikings di Minneapolis, storica squadra di football americano.

Lo stadio sarà in grado di ospitare 66.200 persone. E’ stato inoltre scelto come sede del Superbowl 2018, evento in grado di mobilitare milioni di americani, a cui avranno accesso ben 73 mila persone. La struttura sarà in grado di ospitare anche gare di baseball, grazie allo spostamento automatico delle tribune per allargare la zona verde e aprirsi a ‘diamante’.

 

Il terreno su cui l’impianto è sorto non è stato scelto a caso. Qui infatti si trovava il Metrodome, che è stato la casa dei Vikings dal 1982, demolito per lasciare posto a una struttura moderna e avveniristica. Il nuovo stadio occupa però una superficie pari quasi al doppio del predecessore e lo stesso vale per la capienza.

L’attenzione ai dettagli messa dai progettisti nella realizzazione del nuovo stadio di Minneapolis appare evidente anche nella scelta di puntare su 18 stili diversi di posti a sedere, tra cui la suite posizionata più vicino al campo rispetto a qualsiasi altra struttura.

Il lato sud del tetto dello stadio è fatto di etilene-tetraflouroethylene, detto anche ETFE, una plastica forte, leggera e traslucida. Ha una superficie di 240 mila metri quadrati, la più grande del Nord America. La copertura si è resa necessaria per consentire agli spettatori di assistere alle gare nonostante i freddi inverni del luogo.

L’EFTE è un materiale che è stato utilizzato per 30 anni negli stadi di tutto il mondo, ma questa soluzione non è mai decollata del tutto in Nord America. Il telaio del tetto è impostato in modo asimmetrico per fornire più copertura per il lato nord dell’edificio.

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here