Inter-Suning, l’affare è concluso. In Cina sono già arrivati una parte dei vertici nerazzurri, il resto è in arrivo entro domenica, quando le firme dovrebbero essere poste sul contratto con il gruppo asiatico.

A Nanchino erano già sbarcati il Cfo dell’Inter Michael Williamson, Richard Lamb (Direzione Business Internazionale) e il direttore della comunicazione Robert Faulkner. Sabato sono partiti dall’Italia il Ceo Michael Bolingbroke, il vice presidente Javier Zanetti, il dg  Giovanni Gardini e Michael Gandler, arrivati nella mattinata di domenica.

Una volta raggiunto l’hotel (Sofitel Zhongshan Golf Resort), i dirigenti nerazzurri (Michael Bolingbroke, Javier Zanetti, Michael Williamson, Giovanni Gardini, Michael Gandler, Robert Faulkner e Richard Lamb) hanno pranzato con quelli di Suning: presenti Jun Ren, President Management Committee Suning Commerce Group, e Yang Yang, Vice President Suning Investment Group.
Attorno alle 15.30 è arrivato a Nanchino da Giacarta il presidente Erick Thohir. Dopo il pranzo, nel pomeriggio c’è stata un’ulteriore riunione, che ha coinvolto gli stessi protagonisti più il presidente Erick Thohir e Jun Liu Jun, Vice President Suning Sports Group and General Manager Jiangsu Suning Football Club.
Nel tardo pomeriggio, a partire dalle 18.30 circa, l’incontro tra il presidente Erick Thohir e il Chairman Jindong Zhang nella residenza privata di quest’ultimo.

Un incontro che è servito per sciogliere gli ultimi dubbi e mettere anche le firme sui contratti. L’annuncio ufficiale arriverà nella mattinata di lunedì, quando è prevista (alle 9 italiane, 15 in Cina) una conferenza stampa congiunta in cui prenderanno la parola il proprietario di Suning Holdings Group Zhang Jindong, il presidente di F.C. Internazionale Erick Thohir, il vice president nerazzurro Javier Zanetti e Gong Lei, vicepresidente di Suning Sports Group, come confermato dalla stessa Inter sul proprio sito.

Confermata la valutazione di 700 milioni per la società nerazzurra,  il Suning dovrebbe entrare con una quota prossima al 70%, o comunque pochissimo meno. La restante composizione societaria dovrebbe prevedere la presenza di Erick Thohir con una quota vicina al 30%, poi i piccoli azionisti, con la totale o quasi uscita di scena di Massimo Moratti. Secondo il Corriere dello Sport, la quota che finirebbe nelle mani del Suning sarebbe del 68,55%, con Thohir che manterrebbe il 30,95% e il resto ai picoli azionisti.

Intanto sull’argomento è intervenuto anche il direttore sportivo nerazzurro, Piero Ausilio: «C’è in corso un passaggio di quote da Thohir e Moratti a questo gruppo cinese – ha dichiarato in un’intervista a Tuttomercatoweb -. Ancora nulla di ufficiale, si leggono tante cose e se devo essere sincero molte delle persone che stanno lavorando con me stanno raggiungendo la Cina perché probabilmente nei prossimi giorni le trattative diverranno qualcosa di più».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here