Ricapitalizzazione Brescia Sagramola Bonometti. L’amministratore delegato del Brescia Calcio, Rinaldo Sagramola, è intervenuto durante una cerimonia di fine stagione con gli sponsor del club dicendosi tranquillo sulla situazione ma ammettendo che serve un ultimo sforzo da parte del “socio di riferimento”, l’imprenditore rezzatese e presidente della Confindustria bresciana, Marco Bonometti. Ne scrive oggi il quotidiano locale Bresciaoggi.

«Dall’anno prossimo saremo autonomi finanziariamente – annuncia l’amministratore delegato Rinaldo Sagramola -. Lo abbiamo garantito al socio di riferimento, ci costringe a farlo il regolamento che, dal 2019 per la serie B, impone la parità di bilancio: si potrà spendere solo quello che si produce. E c’è una sola strada: investire sui giovani. Dovremo industriarci a costruire squadre a basso costo ma in grado di battersi per traguardi più ambiziosi della salvezza».

Come noto – e come ripreso nei giorni scorsi da CF Calcioefinanza.it – servono 8 milioni per ricapitalizzare e saldare il debito con l’erario avuto sul groppone («in solido e in maniera inattesa», ribadisce Sagramola) della precedente controllante, la Brescia Service. E tutto dovrà essere in ordine entro il 7 luglio, termine ultimo per l’iscrizione al campionato. Sarà, nelle intenzioni della dirigenza, l’ultimo passo verso il risanamento della società.

Allenatore: «salvo disastri o cataclismi», sarà ancora Roberto Boscaglia, definito da Sagramola, «l’architetto in campo del Brescia, quello esterno è il direttore sportivo Castagnini che ha costruito questa rosa». Prima, però, va risolta la questione societaria. E al di là delle rassicurazioni («La situazione è perimetrata, ora sappiamo cosa fare», spiega il presidente Alessandro Triboldi), è necessario far presto. Anche per motivi puramente commerciali, per attirare nuovi investitori pubblicitari e consolidare quelli già esistenti, la situazione va chiarita alla svelta.

Magari già subito dopo lunedì 30 maggio, giorno in cui è stata riconvocata l’assemblea dei soci di Brescia Holding, la controllante attuale del Brescia Calcio.

Interessanti poi i numeri del Brescia 2015-16: presenze-stadio più che raddoppiate rispetto agli ultimi 2 anni, con la quota 10mila sfondata nell’ultima d’andata, il 27 dicembre, contro la Ternana.

Nelle 9 partite del Brescia che Sky ha deciso di anticipare o posticipare (quindi con i biancazzurri in onda da soli), la media è stata di 60-70 mila spettatori, «superiori a quelle delle gare delle squadre medio-piccola della serie A», fa notare l’amministratore delegato.

E i social: 60 mila fans su Facebook, 9 mila su Twitter, oltre 5.500 su Instagram, 1.200 iscritti su You Tube con 220 mila visualizzazioni.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here