Sportradar acquisisce Sportsman – La società svizzera Sportradar, attiva nella raccolta dati sportivi, ha chiuso un accordo per l’acquisizione della tedesca Sportsman media holding. Con l’accordo, Sportradar espande il proprio portfolio grazie al deal con la società che possiede diritti che spaziano dal mondo dei media al marketing, dalla produzione di servizi su piattaforme digitali a quelli per alcuni siti di scommesse sportive. Sportsman nel 2015 ha registrato un fatturato di circa 90 milioni di euro ed è stata gestita fino ad ora dai suoi fondatori, Thomas Krohne e Karl Wieseneder. Al momento non si conoscono i dettagli economici dell’affare.

Con il deal, la società svizzera penetra in nuovi mercati e potrà sfruttare sia contenuti audiovisivi che dati per l’implementazione delle piattaforme web dedicate anche alle scommesse sportive, contando su contenuti in arrivo da paesi come la Germania e la Spagna. Un comunicato della società ricorda che unificare il portfolio delle due società contribuirà a creare “uno dei più grandi e più completi” gruppi in grado di offrire prodotti audiovisivi di campionati come la Bundesliga, DFB Pokal e la Copa del Rey spagnola. Non solo, ci sono anche il basket con la CBA, il volley con la CEV, il tennis ITF e l’hockey sul ghiaccio con la KHL.

Il fondatore della Sportsman media holding Krohne ha spiegato di aver scelto un partner “ideale per il nostro gruppo come Sportradar. I diritti sportivi, la produzione di contenuti e le piattaforme di business sono perfettamente complementari con quelle di Sportradar“, ha aggiunto. “Le chiare sinergie ci danno la fiducia che sia la compagnia in costruzione che tutto lo staff avranno ottime prospettive in futuro”.

Fondata nel 2004, Sportsman è cresciuta rapidamente. Come agenzia di diritti, il primo successo è stato nel 2005 quando ha ottenuto i diritti worldwide della Bundesliga; nel 2006, in una collaborazione con bwin.com, ha incominciato a lavorare anche sul live streaming di alcuni eventi sportivi. Il ceo Sportradar Carsten Koerl ha sottolineato le opportunità che nasceranno per Sportradar: “Con questo accordo noi aumenteremo l’offerta audiovisiva nel nostro portfolio e potremo assicurare ai nostri clienti la possibilità di scegliere tra le migliori soluzioni. È un’unica opportunità – ha concluso – per esplorare nuove strategie“.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here