Sky Mediaset prima udienza antitrust. I maggiori esperti di concorrenza si sono incontrati ieri di fronte all’Autorità Garante per la concorrenza per l’udienza finale sull’accordo dei diritti tv del calcio. Il tema è riportato questa mattina da diversi giornali tra cui Il Corriere della Sera.

Davanti al presidente Giovanni Pitruzzella pure Antonio Catricalà, ora nei panni di superesperto per la difesa di Rti e Mediaset Premium, che una volta occupava la sua stessa poltrona. Tra i difensori anche Giulio Napolitano, figlio dell’ex presidente della Repubblica, ingaggiato dalla Lega Calcio (imputate anche Sky e Infront).

L’udienza (a porte chiuse) è stata tesa: i tanti esperti hanno tentato di smontare le tesi del procedimento I790, secondo cui l’accordo è stato lesivo della concorrenza europea. Per la decisione ci vorranno almeno 10 giorni.

Tra gli elementi a supporto – come riporta la Gazzetta dello sport – il fatto che Sky e Mediaset si stessero facendo la guerra e che, di fatto, nel campo delle pay tv non ci fosse un terzo incomodo che sarebbe stato penalizzato. Dopo i rinvii dei mesi scorsi, l’istruttoria si avvia alla conclusione: il costituzionalista Michele Ainis è stato nominato componente dell’Autorità al posto di Salvatore Rebecchini e, a questo punto, il collegio giudicante nel pieno delle sue funzioni può esprimere il suo verdetto.

Decisione entro due settimane, da trasmettere all’Agcom che dovrà dare il suo parere in 30 giorni. Poi il verdetto diverrà pubblico.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here