Torino, il successo degli ultimi anni della squadra granata sono frutto di un lavoro certosino della triade Cairo-Petrachi-Ventura. Tutti e tre insieme, sono riusciti a riportare il Torino in Europa e ad ottenere ottimi risultati in campionato dopo anni bui.

Noi come Toro abbiamo dato un bel contributo a Torino 2015: la prima squadra sta andando bene in campionato, l’anno scorso ha avuto un percorso importante in Europa League e anche la Primavera ha portato a casa diversi successi, dal campionato alla Supercoppa“. Cosi’ il presidente del Torino, Urbano Cairo, che questa mattina ha partecipato alla conferenza stampa di chiusura di Torino Capitale dello Sport 2015. “In piu’ – ha proseguito il numero 1 granata – c’e’ stata la posa della prima pietra del nuovo stadio Filadelfia, un monumento nazionale che grazie anche al contributo del Torino verra’ finalmente ricostruito, cosa che rendera’ sicuramente felici i tifosi del Toro. Pietre fondamentali per il futuro sono state anche quelle dei rinnovi contrattuali: in primis quelli di Petrachi e Ventura e poi a ruota quelli di molti giocatori, che siamo convinti possano dare ancora molto alla causa granata. E altri ne arriveranno ancora in futuro, ma non voglio parlarne ora: solo a cose fatte, come e’ mia abitudine“.

Cairo preferisce non indicare un obiettivo preciso per il prosieguo della stagione. “Dobbiamo pensare partita dopo partita. Domani arriva il Bologna, che e’ una squadra in salute, reduce da diversi risultati importanti. Teniamo molto anche alla Coppa Italia: martedi’ affronteremo il Cesena che sta facendo molto bene in Serie B e dove gioca il nostro Alfred Gomis, che e’ cresciuto nel Settore giovanile e ora sta maturando una fondamentale esperienza in prestito. Adesso pero’ occorre concentrarsi massimamente sulla sfida di domani, poi da domenica guarderemo al match contro i romagnoli“.