Ronaldo Nazario de Lima, per tutti il Fenomeno, ha firmato un accordo con Ali Sport, divisione sport di Alibaba, società che detiene le quote di maggioranza del Guangzhou Evergrande, per promuovere 30 scuole calcio della Ronaldo Academy in Cina. Per la realizzazione di questa idea, che punta a rafforzare la presenza dello sport in Asia e in Cina in modo particolare, è certamente determinante la popolarità dell’ex attaccante, che riscuote ancora una notevole attrattiva sugli appassionati di calcio, grandi e piccini.

Il progetto dell’Academy è nato grazie a un’idea del Fenomeno insieme all’imprenditore brasiliano Carlos Wizard Martins che hanno deciso di voler aprire 100 scuole calcio in tutto il mondo rivolte a giovani calciatori dai 6 ai 18 anni.

La disponibilità del brasiliano per facilitare la diffusione del progetto è massima e ha voluto sottolinearla anche a parole: “Sono pronto ad aiutare la Cina nella realizzazione del suo sogno calcistico. Penso che la Cina abbia tutte le potenzialità per portare calciatori su grandi palcoscenici”.

L’accademia nasce con un duplice scopo, non solo migliorare le qualità calcistiche degli aspiranti giovani calciatori, ma anche aiutarli nello sciluppo della loro cultura generale. La prima accademia voluta da Ronaldo è stata aperta nel mese di aprile proprio nella sua nazione di origine, il Brasile. L’obiettivo non è comunque di fermarsi qui e così sono state già lanciate quelle con sede in Qatar e negli Stati Uniti. Per il mese di dicembre dovranno aprire quelle in Cina a Shangai, Pechino e Mianyang, secondo quanto riporta NDTV Sports.

Ronaldo ha sottolineato che in Cina potranno sorgere 30 scuole calcio in modo tale da massimizzare la partnership con Alì Sports e i suoi affiliati e incrementare gli introiti legati allo sport nel Paese asiatico.

1 COMMENTO