Adidas, l’obiettivo numero uno è quello di conquistare fette di mercato a discapito della Nike e per farlo, l’azienda tedesca di abbigliamento sportivo, di mese in mese, chiude nuovi accordi commerciali con importanti club e noti calciatori.

Le nuove partnership commerciali dell’Adidas con club come Manchester United, Porto e Juventus sarebbero dovute fungere da campanello d’allarme per la Nike ma così non è stato, o quanto meno, l’azienda americana non l’ha dato a vedere.

L’Adidas è intenzionata ad ottenere nel 2015 ottimi risultati, in modo tale da cancellare il brutto 2014 e per questo motivo, ha deciso di provare a sottrarre alla Nike tutti gli accordi possibili, offrendo compensi economici rilevanti.

La strategia dell’azienda tedesca però non interessa soltanto i grandi club come Manchester United e Juventus ma anche grandi calciatori che, nei loro Paesi, hanno grande rilevanza, sia dal punto di vista calcistico che dal punto di vista dell’immagine.

E’ il caso dei portieri del Real Madrid e del Manchester United, Keylor Navas e David De Gea, così come potrebbe esser il caso di Wayne Rooney.

Ebbene sì, la stella inglese del Manchester United potrebbe decidere di cambiare sponsor tecnico personale a breve. Tra Rooney e la Nike c’è una partnership commerciale che va avanti ormai dal 2004.

Secondo i giornali spagnoli ed inglesi, l’azienda tedesca di abbigliamento sportivo sarebbe pronta ad offrire un contratto all’attaccante del Manchester United simile a quello della stella gallese del Real Madrid Gareth Bale, ovvero 6 milioni l’anno.

Al momento, conferme sia sulla cifra che sulla durata del contratto non ci sono. Quel che è certo è che, se la Nike dovesse decidere di non offrire a Rooney un accordo superiore a quello attuale (1,4 milioni di euro all’anno), potrebbe perdere anche la stella inglese del Manchester United nel giro di pochi mesi.

Dunque, una situazione per niente semplice per la Nike che, per l’ennesima volta in pochi mesi, si ritrova a fronteggiare le mega offerte dell’Adidas, pronta a soffiarle i migliori clienti e di conseguenza, nuove e importanti fette di mercato.