Quanto vale il calcio italiano? Nei prossimi mesi la Figc scendera’ in campo per determinare il valore economico delcalcio italiano, analizzando il trend del valore economico diretto generato a livello professionistico e dilettantistico dalla stagione sportiva 2011/2012 al 2013/2014.

L’obiettivo del report, pianificato dall’Ufficio Centro Studi e Formazione della Figc in collaborazione con Deloitte & Touche, e’ rappresentare il volume di affari complessivo, i costi totali e il valore economico prodotto dalle societa’ di calcio italiane, valorizzando l’approfondimento dei dati relativi ai diversi segmenti di interesse: attivita’ professionistica e dilettantistica, confronto su base regionale, analisi del valore economico delle diverse discipline calcistiche a livello maschile e femminile, confronto su dati economici medi per societa’ nei diversi livelli sportivi e competitivi del nostro sistema.

Lo studio, che potra’ contare sull’apporto della Lega Nazionale Dilettanti, si avvarra’ dei dati pubblicati nel corso degli ultimi anni all’interno del ReportCalcio stilato dalla Figc. Grazie all’approfondimento sui dati pubblicati dall’Istat relativamente al censimento del settore del no-profit sportivo, verra’ poi fotografata la situazione economica specifica del calcio dilettantistico e giovanile aggiornata al 2011/2012, mentre la proiezione dei dati al 2013/2014 verra’ effettuata attraverso la collaborazione con la Direzione Studi e Ricerche Economico-Fiscali del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) e mediante l’invio di un questionario ad un campione rappresentativo di societa’ e associazioni di calcio dilettantistico.