Altro che Milan: Abu Dhabi punta su Mediolanum (e Mediobanca)

Altro che Milan: Abu Dhabi punta su Mediolanum (e Mediobanca). Si avvicina un momento storico che dovrebbe portare una grande svolta in casa Milan: la prossima settimana, infatti, come da…

Adidas

Altro che Milan: Abu Dhabi punta su Mediolanum (e Mediobanca). Si avvicina un momento storico che dovrebbe portare una grande svolta in casa Milan: la prossima settimana, infatti, come da programma, è previsto il ritorno di Bee Taechaubol a Milano per incontrare nuovamente Silvio Berlusconi e definire quindi meglio la loro alleanza, anche se come aveva precisato il presidente onorario rossonero il momento della firma dovrebbe essere solo una formalità. A fine mese quindi parte del Milan non sarà più di proprietà del politico e imprenditore, che si augura in questo modo di poter mettere in atto un piano di rilancio del club che culminerà con la quotazione alla Borsa asiatica.

Alcuni aspetti della questione devono essere però ancora definiti. Secondo quanto riporta “L’espresso” nell’edizione odierna, infatti. Ads Securities, potente società di Abu Dhabi, sembrava potersi alleare con Silvio Berlusconi, entrando nella cordata del thailandese Bee Taechaubol per comprare il 48 per cento del Milan. In realtà, l’azienda non è mai entrata nella cordata, ma un’alleanza con Berlusconi alla fine è nata lo stesso, per portare i soldi in direzione opposta: dall’Italia verso le Borse del Golfo Arabica.

Il 20 ottobre prossimo sarà così annunciata la collaborazione tra Duemme Sgr – società di Banca Esperia, joint-venture tra Mediobanca e Mediolanum (di cui il presidente rossonero è azionista) – e Ads Securities. Duemme raccoglierà i denari dei risparmiatori italiani ed europei e si occuperà di investirli attraverso Duemme GCC Markets, il cui advisor è appunto la Ads Securities. GCC significa Gulf Cooperation Council: il fondo punterà su azioni e bond dei Paesi del Golfo (tranne lo Yemen). Esponenti di Ads Securities lavorano già con Mubadala, potente holding del governo di Abu Dhabi, che ha partecipazioni in decine di società, da GE a Carlyle.

Un’operazione di questo tipo servirà quindi a dare maggiore lustro a Mediolanum, anche se in questa fase anche i tifosi del Milan si augurano che anche la cessione di parte delle quote societarie possa servire a riportare il club nel posto che merita.