Mourinho, Ronaldo e Lampard sono e saranno sempre delle icone del calcio mondiale e non solo per i trofei vinti ma anche per ciò che esprimono, sia sul campo che fuori.

Infatti, Jose Mourinho, Frank Lampard e Cristiano Ronaldo sono stati inseriti ufficialmente nel libro del Guinness dei Primati. Lo Special One ha ottenuto diversi record: il maggior numero di punti in una stagione di Premier League (95), il maggior numero squadre con cui ha vinto almeno una Champions (due come Ancelotti), il più giovane allenatore a raggiungere le 100 partite in Champions League (49 anni e 12 giorni) e il maggior numero di partite da imbattuto in casa in Premier League (77). Mourinho ha annunciato di aver appeso i certificati sulla parete del suo ufficio a Stamford Bridge. “È qualcosa di divertente e da bambino mai potresti immaginare di entrare un giorno nel libro del Guinness World Records“, ha detto Mourinho.

Per quanto riguarda invece Lampard, l’ex centrocampista del Chelsea ha battuto il record di Andy Cole segnando almeno un gol al maggior numero di club in Premier League dopo aver segnato contro il Chelsea, squadra di cui è il miglior cannoniere di sempre, per il Manchester City la scorsa stagione. Il Chelsea è stata la 39a squadra a cui Lampard ha segnato in Premier, un record che sarà registrato nel libro dei Record il prossimo 10 settembre. “Era una strana sensazione quando ho segnato,” ha detto Lampard. “Ma mi ha consentito di battere un record quindi sono anche molto felice“, ha aggiunto l’attuale compagno di squadra di Pirlo ai New York Fc.

Per quanto riguarda Ronaldo, la stella del Real Madrid e del Portogallo è entrata nel Guinness dei Primato avendo segnato 27 triplette nella Liga, sorpassando un’altra leggenda del Real Madrid Alfredo Di Stefano. CR7 è anche l’atleta più seguito su i due principali social network: Facebook (oltre 100 milioni di ‘Mi piace’) e Twitter (oltre 27 milioni di follower).

Nel libro dei Record è entrato anche un altro calciatore, il difensore del Manchester Utd Chris Smalling, autore del gol più veloce in Premier League da subentrato. Il centrale inglese ha segnato contro il Burnley dopo cinque minuti e nove secondi dal suo ingresso in campo la scorsa stagione.