L’Adidas lancia la nuova maglia del Manchester United. E subito nasce un caso. La scollatura più generosa della versione femminile della maglia sarebbe “sessista”. La polemica è scoppiata su Twitter ed ha generato l’immediata viralizzazione di un tweet secondo cui la V sarebbe “troppo bassa”.

manchester-united-womens-kit111

 

Una polemica destinata a non cambiare le fortune commerciali del nuovo kit. Più che altro – fanno notare i più, proprio per le strade a Manchester – potrebbe far diventare la nuova divisa, già esposta allo store ufficiale del Manchester United ad Old Trafford, un oggetto “di culto” se Adidas decidesse di fare un passo indietro.

Pare, del resto, che sia stata proprio una ricerca sul pubblico femminile a consigliare a Adidas di optare per una maglia meglio adattata alle diverse forme femminili.

Il lancio è comunque avvenuto in pieno stile, con un clip rilanciato su Youtube in cui la voce narrante è caratterizzata dal tipico accento mancuniano (lo si nota soprattutto dalla pronuncia di United in cui la t è aspirata, particolarità della pronuncia molto simile ad esempio a quel che succede a Firenze con la C, oltre ad altri dettagli inseriti nel testo di “The devils are Red”).

E alla fine la polemica – subito ripresa anche dal quotidiano cittadino, il Manchester Evening News – che divide le tifose, tra cui molte lusingate dal fatto che ci sia stata una attenzione particolare proprio al pubblico femminile, è destinata a rappresentare il primo momento di dibattito intorno ad un accordo da 100 milioni di euro che – comunque sia – è destinato a riscrivere le regole del merchandising sportivo, oltre a far riscrivere probabilmente nel prossimo anno diversi contratti tra i top club ed i propri fornitori (Barcellona-Nike tra gli indiziati).

La campagna di lancio studiata da Adidas e Manchester United si intitola “Break Expectations” ed è simbolizzata dal tridente del diavolo. Più aggressivo di quello mostrato nelle ultime due, le meno fortunate dei Red Devils da molti anni a questa parte: lo scorso anno Nike puntò invece sulla tradizione con un video in cui si vedevano i tifosi fischiettare il motivo di “Glory Glory Man United” camminando verso Old Trafford.

Ma del resto la stagione 2014-2015 era quella delle macerie da ricostruire dopo lo shock del primo anno post-Ferguson mentre quella che va ad iniziare sarà la stagione del ritorno delle grandi ambizioni per un club che punta subito al titolo di Premier League e ad una stagione da protagonista in Champions League.