La concessionaria pubblicitaria “RAI Pubblicità” si inserisce nella proposta calcistica televisiva della prossima stagione con un pacchetto che punta in primo luogo sulle tappe di qualificazione a Euro 2016 della squadra italiana. Nella stagione autunnale anche la Rai si inserisce nella ricca proposta televisiva in termini di calcio con un’offerta formata da sei incontri della Nazionale italiana, comprese amichevoli di prestigio, 16 della Tim Cup (Coppa Italia) e la Supercoppa Tim, che si terrà ad agosto.

L’offerta, in esclusiva Rai, si declina non solo televisivamente, ma anche su radio, web, mobile e smart tv. I dati Auditel segnalano che la Nazionale e la Tim Cup sulla Rai hanno recuperato rispettivamente 8.019.000 spettatori con il 30% di share, e quasi 4,8 milioni di spettatori con il 17,3% di share, mentre Mediaset ha raggiunto quasi 6,9 milioni di spettatori con la Champions League (24,6%) e 3,4 milioni (12,5%) con l’Europa League. Sky con la Champions ha recuperato quasi 700mila ascoltatori per il 2,5% di share.

Per quanto riguarda la Nazionale, in autunno la Rai manderà in onda quattro incontri per le qualificazioni a Euro 2016, e due eventuali play off o amichevoli.

L’anno scorso la qualificazione Italia-Croazia in onda alle 20:45 del 16 novembre ha avuto il 36,5% di share, e il 48% sul target maschile con un totale spettatori di oltre 10 milioni. L’amichevole Italia-Olanda del 4 settembre ha superato i 7,7 milioni di ascoltatori con il 32,6% sugli individui e il 44,2% sul pubblico maschile. La Supercoppa TIM 2015 tra Juventus e Lazio si giocherà l’8 agosto in Cina alle 14 italiane. L’anno scorso l’incontro Juventus-Napoli, giocata il 22 dicembre alle 18:30 ha superato i 7,8 milioni di spettatori con il 34,5% di share sugli individui, e il 46,8% sugli uomini.

La Tim Cup, suddivisa tra Rai Sport con otto partite del quarto turno, e Rai2, sempre otto partite degli ottavi, l’anno scorso ha raggiunto su RaiSport una media di 425 mila am con il 2,3% sugli individui e il 4,5% sugli uomini. L’incontro Inter-Sampdoria del 21 gennaio su Rai2 ha avuto 3.750.000 am, con rispettivamente il 12,9% e il 21,5% su individui e uomini.

Con un ascolto maschile, concentrato nelle fasce d’età più giovani, Rai Pubblicità propone un’impaginazione pubblicitaria con otto break, più apertura e chiusura di programma, la maggior parte di questi accompagnati da iniziative speciali che li aprono e chiudono.

I prezzi della Nazionale, in onda su Rai1, per tagli sempre da 15 secondi, vanno da un massimo di 216mila euro per una posizione nei break Top all’inizio dell’incontro, a un minimo di 36mila euro alle 18. Le iniziative speciali sempre per la Nazionale dai 28mila per i billboard da 4 secondi a un massimo di 459mila alle 20:45. La tabellare di Supercoppa e Tim Cup va da 3.600 euro (su Raisport) a 72mila euro, mentre le iniziative speciali valgono da un minimo di 3mila euro per un billboard su Raisport1 a un massimo di 153mila per uno spazio su Rai2 a inizio partita.

L’offerta prevede anche il mezzo radiofonico, con tabellare da 1,8/2mila euro per spot da 15 secondi e iniziative speciali fino a 48mila euro (40 inviti all’ascolto da 10 secondi in apertura e chiusura di primo e secondo tempo). L’offerta digital comprende i siti di Rai, Rai Sport e le app relative, con formati banner e video.