Il presidente di Confindustria e patron del Sassuolo Calcio, Giorgio Squinzi, è perplesso sulla scelta del Portello a Milano per il nuovo stadio Milan. Sembra, afferma a margine dell’assemblea di Ucimu, che “non abbia degli spazi di respiro adeguati, però se ci hanno fatto un progetto vuol dire che evidentemente ci credono”. Il numero uno degli industriali si dice “contento di essere il proprietario dello stadio di Reggio Emilia che, invece, ha tutte le strutture intorno ed è un signor stadio, il più bello che ci sia dopo quello della Juventus a Torino”.

Squinzi si è poi soffermato sullo stato di salute del calcio italiano nel suo complesso, non risparmiando critiche all’attuale presidente della Figc, Carlo Tavecchio. Secondo il presidente di Confindustria, nel mondo del calcio manca preparazione manageriale, “anche tra i dirigenti della Federazione”. “Non ho difficoltà ad ammettere”, prosegue Squinzi, “che avevamo votato contro Tavecchio”.