Un numero di 250 partecipanti provenienti da diversi settori della società italiana, economia, cultura, scienza, professioni, politica, sport, giornalismo, accomunati dalla comune passione per il calcio, orientati a condividere e raccogliere idee, proposte nel contesto di confronto laico, equilibrato, aperto, in uno spazio informale, interattivo e trasversale come un villaggio installato su un campo da calcio.

Dal 19 al 21 giugno, grazie alla collaborazione del Comune di Cesena, del Cesena Calcio, dal main sponsor Puma e delle aziende partner, l’Orogel Stadium sarà il catalizzatore dell’evento “KickOff 2015” realizzato dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio, un vero e proprio laboratorio di produzione di idee, contenuti e progetti orientati all’innovazione, finalizzati ad arricchire il patrimonio culturale calcistico attraverso un variegato ventaglio di competenze.

I valori positivi associati al gioco del calcio, di cui sono elemento distintivo, sono insiti nel dinamismo di una FIGC orientata a superare le criticità proprie dello scenario contemporaneo attraverso la spinta propulsiva generata da una approfondita riflessione a 360°nell’ambito della società civile. Un calcio da scomporre e ricomporre, dunque, in un’ottica di innovazione e sviluppo tale da collocarne i valori e le potenzialità al centro del progetto sociale, culturale ed economico del Paese.

“KickOff 2015”è articolato in:
–  Sedute plenarie riservate ad analisi sui differenti scenari e i rispettivi quadri di riferimento.
– Undici ”tavoli di lavoro”macro-tematici denominati ‘Play Team’ finalizzati alla produzione di contenuti e idee.
– Momenti conviviali come la presentazione di libri, visite culturali, degustazioni e spettacoli teatrali con il monologo di Antonello Piroso “Ironicamente illese le ruote. La storia del Grande Torino”.
–  Progetti speciali : le performance “Street Art”, i “Progetto Rete!” orientato all’inclusione sociale dei minori stranieri non accompagnati attraverso la pratica sportiva.

I Play Team: 11 gruppi di lavoro distinti e afferenti ad altrettanti valori:

1) Responsabilità: etica, educazione, campetto, inclusione, solidarietà, giovani, ius solii,pari opportunità, centri di accoglienza, felicità, vulnerabilità, marginalità, intercultura, resilienza.

2) Partecipazione: piattaforme digitali innovative, diritti-TV, nuovi mercati, social media,siti ufficiali, app, e-commerce, rischi e opportunità.

3) Pre-visione: leader, organizzazione, management, innovazione, R&S, condivisione, team, capacità di anticipazione.
4) Condivisione: sociologia, stili di consumo, tempo libero, educazione al consumo, cultura dello sport, fitness, wellness, turismo sportivo.
5) Benessere: salute, medicina, Expo2015, alimentazione, stili di vita, prevenzione, scienza e sport, pratica sportiva e sedentarietà, metodologie di allenamento.
6) Rigore: regole, politica, leggi e giustizia, giustizia e sport, responsabilità, equità, giustizia e risultato sportivo, ingerenza.
7) Creatività: cultura, identità nazionale, arte, pubblicità e linguaggio, promozione, linguaggi identitari, subcultura giovanile.
8) Spettacolarità: stadi di nuova generazione, project-financing, business plan, territorio, match-day e no-match-day, legacy e sostenibilità, progettazione e costruzione, affluenza, potenziale futuro, luoghi di gioia.
9) Equilibrio: economia dello sport, fisco, governance, reddito, integrità, investimenti, capitali, financial fair play, indotto, fondi di investimento, sponsor.
10) Valore: efficienza organizzativa, gestione del rischio, ascolto e condivisione, gestione della reputazione, coerenza progettuale/organizzativa, presidio territoriale, obiettivi vs risultati, visione strategica, intangibles, inclusività vs selettività, performance, economia dello sport, fisco, governance.
11)  Futuro: programmi di riforma, calcio femminile, formazione, settori giovanili, marketing sportivo, merchandising.

All’evento parteciperanno, tra gli altri, Andrea Anastasi (allenatore di pallavolo), Marco Brunelli (DG Lega Serie A), Francesco Boccia (Presidente della Commissione Bilancio della Camera dei Deputati), Giulia Bongiorno (avvocato), Antonio Cabrini (Commissario tecnico Nazionale italiana femminile di calcio), Cristiana Capotondi (attrice), Barbara Carfagna (giornalista Rai TG1), Pierluigi Collina (Designatore arbitri UEFA), Renzo Cotarella (enologo), Paolo De Paola (Direttore Corriere dello Sport-Stadio), Luigi De Siervo, (Amministratore delegato RaiCom), Claudio Fenucci (Amministratore delegato Bologna Calcio), Fabio Guadagnini (Vicepresidente e Direttore Fox Sports Italia), Enrico Lo Verso (attore),  Massimiliano Magrini (venture capitalist), Michel Martone (Università di Teramo, Scuola Superiore di Pubblica Amministrazione, Luiss), Patrizia Panico (capitano della Nazionale Italiana di Calcio femminile), Andrea Pezzi (imprenditore), Nicola Rizzoli (arbitro), Roberto Rosetti (dirigente arbitrale), Salvatore Sanzo (giornalista, Oro Olimpico), Andrea Vianello (Direttore Rai Tre) oltre a numerosi altri ospiti