Donazione C.Ronaldo, arriva la smentita di Save The Children
L'organizzazione Save The Children ha smentito l'indiscrezione di qualche giorno fa secondo cui Ronaldo avrebbe donato 7 milioni al Nepal

Nei giorni scorsi, i media, i quotidiani di tutto il mondo e soprattutto i social network, riportavano un’indiscrezione secondo la quale, l’asso portoghese Cristiano Ronaldo, avrebbe fatto una donazione milionaria in favore della popolazione del Nepal, che il 25 aprile è stata colpita da un violentissimo terremoto.

L’attaccante del Real Madrid si è spesso mostrato sensibile e pronto ad aiutare le persone in difficoltà, proprio tramite l’organizzazione Save The Children, che si occupa di difendere i diritti dei bambini e migliorare le loro condizioni di vita. Ronaldo, in quest’ottica, avrebbe donato 7 milioni di euro per aiutare il Nepal a risollevarsi il prima possibile e lasciarsi alle spalle una delle catastrofi più violente mai verificatasi. Qualche giorno fa però, attraverso un comunicato stampa, è stata proprio Save The Children a negare la donazione multimilionaria del portoghese, sottolineando comunque che, da quando il giocatore è diventato ambasciatore dell’organizzazione, si è reso protagonista di numerosi gesti di solidarietà. Dal momento in cui è arrivata la smentita ovviamente, soprattutto sui social network è nata una forte polemica, perché a detta di molti, Cristiano Ronaldo avrebbe usato questa situazione esclusivamente per il bene della propria immagine. La cosa strana in questa vicenda è che, dal momento in cui ha iniziato a circolare la notizia, nessuno delle persone vicine al portoghese ha preso la parola per smentirla categoricamente, nè il suo agente, nè i suoi avvocati. Questo è un ulteriore motivo di riflessione, che fa realmente pensare che fosse una strategia studiata a tavolino, utile a rivalutare l’immagine del calciatore, che in questo periodo stava vivendo una sorta di crisi di reputazione. Adesso però, se tutto ciò venisse confermato, questo nuovo capitolo della vicenda, potrebbe complicare ancor di più la posizione di Cristiano Ronaldo, che aveva ricevuto elogi da ogni angolo di mondo, per un gesto che era stato apprezzato da tutti, non solo da coloro che lavorano all’interno del mondo del calcio.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here