Il Flamengo, storico club di Rio De Janeiro nonchè il club con più tifosi nel Paese sudamericano, ha annunciato tramite i propri dirigenti il prolungamento dell’accordo di sponsorizzazione con il gruppo bancario brasiliano Caixa, il secondo più importante del Paese dopo Banco do Brasil.

Caixa si è assicurata la possibilità di rimanere sponsor del club “rubronegro” fino al Dicembre 2015, garantendo alla società, per questo periodo di tempo, entrate pari a 7.3 milioni di euro. Le due parti, avevano firmato una partnership commerciale biennale, nel Maggio del 2013, per un valore di circa 25 milioni di euro. Questa notizia è stata accolta benissimo dai dirigenti del club, perchè, grazie a quest’accordo il Flamengo, nella stagione 2015 ha fatto registrare ricavi da sponsor per oltre 26 milioni. Un ulteriore motivo di soddisfazione è rappresentato dal fatto che il club ha avuto un incremento dei ricavi del 15% rispetto allo stesso periodo del 2014, quando la somma complessiva era “appena” di 22.8. Nonostante i risultati deludenti della passata stagione, il Flamengo, grazie anche al fatto di essere la squadra più amata in Brasile, dove può contare sull’appoggio di oltre 35 milioni di tifosi, riesce sempre a siglare accordi di sponsorizzazione con brand internazionali di alto livello. Tra questi vi è certamente lo sponsor tecnico, l’Adidas, con cui il Flamengo ha firmato un accordo decennale nel 2013, ottenendo così dall’azienda tedesca introiti per 11.1 milioni di euro annui. Gli altri brand con cui vanta delle partnership commerciali sono: Louis Vuitton, che garantisce 5.8 milioni all’anno, Tim che invece versa nelle casse della società 730.000 euro, ma anche Sky e Peugeot. Nella scorsa edizione del Campionato carioca dello stato di Rio de Janeiro, dove il club rossonero ha trionfato per ben 33 volte, il Flamengo è stato eliminato nella semifinale della competizione dai rivali del Vasco Da Gama, ma questo non ha certo impaurito gli sponsor, che fanno la fila per apporre il proprio brand sulle divise di un club brasiliano che ha così tanta tradizione.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here