Dopo la semifinale di Champions League, un’altra ottima notizia per i tifosi della Juventus. Alcuni tra i maggiori responsabili dei successi di questi anni, in particolare Beppe Marotta e Fabio Paratici, hanno rinnovato i propri contratti col club e resteranno alla Juve fino al 2018. Altre tre stagioni alla guida del club nel quale entrarono dopo la fine della presidenza di Jean-Claude Blanc, chiamati da Andrea Agnelli dopo l’ottima lavoro alla Sampdoria. Saranno ancora loro a gestire il mercato di una squadra i cui ricavi sfonderanno presto quota 300 milioni di euro (leggi la previsione di Calcio&Finanza) e che punta – disse Andrea Agnelli qualche mese fa – ad arrivare tra i primi club europei entro 5 anni.

La notizia del rinnovo di tutto lo staff dirigenziale è arrivata nella serata di giovedì, con un comunicato sul sito bianconero pubblicato su tutti i canali social del club: “Fabio Paratici, Direttore Sportivo. Maurizio Lombardo, Segretario Generale. Matteo Fabris, Team Manager Prima Squadra. Federico Cherubini, Vice Direttore Sportivo. E i dirigenti del Settore Giovanile Stefano Braghin e Gianluca Pessotto. È questa l’“altra squadra” costruita da Giuseppe Marotta: un gruppo di lavoro che l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Sport ha plasmato nel corso degli anni, portando alla Juventus i migliori talenti che il panorama italiano offriva nei rispettivi ruoli e affiancandoli a quelli che già aveva trovato in società. Ha così creato un’Area Sportiva di eccellenza, che stagione dopo stagione è cresciuta di pari passo con la competitività della squadra e oggi rappresenta un punto di forza del progetto bianconero. Un progetto che potrà contare sulla guida di Giuseppe Marotta e sulla competenza dei suoi collaboratori per altre tre stagioni: tutto il management sportivo è stato infatti confermato in blocco sino al 2018″.

Sui social network i tifosi bianconeri hanno commentato con soddisfazione il rinnovo del blocco dirigenziale, che nel corso di questi anni ha sbagliato pochissimo, centrando alcuni colpi che hanno cambiato la storia bianconera: su tutti, forse, l’arrivo di Pirlo a parametro zero dal Milan, l’acquisto di Tevez per 9 milioni di euro dal Manchester City e il capolavoro Pogba, preso quasi gratis dal Manchester United e ora in rampa di lancio per diventare una delle maggiori plusvalenze della storia del calcio italiano.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here